Ad Ascona, mostra dedicata a Carol Rama

0

Carol Rama, Speculazioni, 2002, Olio e collage di camere d’aria di bicicletta su tela impressa, calcograficamente ad acquatinta, 60 x 80 cm

Il Museo Comunale di Ascona ospita una mostra dedicata a Carol Rama, curata da Mara Folini e Alexandra Wetzel e che resterà aperta al pubblico dal 29 giugno al 15 settembre 2013 (prorogata fino al 29 settembre 2013).

L’esposizione presenta 100 opere dell’artista torinese, alcune mai esposte prima, che appartengono alla sua produzione grafica più recente, realizzate nella stamperia di Franco Masoero, che per Carol Rama è stata atelier, luogo di creazione, di scambio e d’incontri.

Il rapporto tra Carol Rama e l’incisione è abbastanza recente. L’artista ha approfondito questa tecnica a partire dal 1993, dopo un primo contatto avvenuto cinquant’anni prima.

In pochi anni, fino al 2005, ha realizzato più di 150 incisioni originali, ricreando il suo personale universo affollato di figure e di oggetti. Carol Rama ha esplorato fin nei suoi minimi aspetti il mezzo espressivo, sia che si trattasse di acquaforte, acquatinta, vernice molle e qualche rarissimo intervento a puntasecca, accompagnata dall’amico Franco Masoero, stampatore e pure complice delle sue sperimentazioni che trasgrediscono i confini della calcografia ortodossa.

Questo gioco tra sfondo e soggetto, tra immagine prestampata e intervento, caratterizza anche due cicli di opere uniche, esposte ad Ascona, su tela e su carta al tino. Su questi supporti sono state riportate le matrici di alcune incisioni che sono servite a Carol Rama per intervenire con pittura e collage.

Comments are closed.