Walter Siti – Exit strategy

0

Walter Siti - Exit strategyIl protagonista di questo romanzo è Walter Siti. Non il Walter Siti in carne e ossa ma il personaggio che l’autore ha inventato nei suoi libri precedenti. Un uomo che ha deciso di cambiare vita, di abbandonare quella illusione di onnipotenza in cui si è cullato per trent’anni, e che dopo tante storie effimere si è adattato alla relazione “umana troppo umana” con un nuovo compagno. Il passaggio dal desiderare all’essere desiderato, e il contemporaneo trasferimento da Roma a Milano, significa per lui il cambiamento “dall’infinito barocco di cartapesta all’assunzione di responsabilità”. Sullo sfondo di questo percorso personale, un interrogativo più profondo: davvero per gli italiani è possibile uscire dalla malattia d’infinito che sembra averli colpiti, abbagliati dal “sole in tasca” del loro leader più carismatico, idolatrato e odiato in ugual misura? Esiste una via d’uscita che non sia semplice recessione? O, come il vecchio protagonista teme per sé, l’uscita si configura soltanto come un ennesimo trompe-l’oeil, dove le ossessioni non si sconfiggono combattendole ma si eludono
parlando d’altro?

Walter Siti, originario di Modena, vive a Milano. Ha insegnato nelle università di Pisa, Cosenza e L’Aquila. È il curatore delle opere complete di Pier Paolo Pasolini e, da febbraio 2013, direttore di “Granta Italia”. Tra i suoi libri ricordiamo Troppi paradisi (2006), Il contagio (2008), Il canto del diavolo (2009) e Resistere non serve a niente (2012), Premio Strega 2013.

Scheda libro

Autore: Alberto Angela
Titolo: Exit strategy
Editore: Rizzoli
Collana: Narrativa
Prezzo:
Pagine: 228
Anno: 2014

Comments are closed.