Festa del Gioco, a Carpi “Macchinisti di Miraggi”

Festa del gioco - Installazione Pescatori di sogni, Via Paolo Guaitoli
Festa del Gioco –
Installazione Pescatori di sogni, Via Paolo Guaitoli

Il centro storico di Carpi (MO) ospita, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017, la seconda edizione della Festa del Gioco, dal titolo Macchinisti di Miraggi.
Piazza Martiri, il Cortile d’Onore e le vie del centro di Carpi si animeranno di nuovo con giochi, laboratori, dimostrazioni e installazioni per bambini dai due anni in su, ragazzi e adulti.

Ideata e organizzata dal Castello dei Ragazzi di Carpi, sostenuta dal Comune di Carpi con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale Regione Emilia-Romagna, col contributo di Bper e di Conad, la Festa del Gioco avrà come tema centrale l’inventare.
In particolare, verrà esplorato il rapporto tra l’invenzione e il pensiero tecnico-scientifico seguendo le parole del grande poeta inglese William Blake, “Ciò che è oggi dimostrato fu un tempo solo immaginato”.

Inoltre come spiega il giornalista scientifico Andrea Vico – consulente della Festa del gioco -, “La scienza è un gioco. Lo scienziato gioca tutta la vita e fa esperimenti per capire come va il mondo e migliorare la relazione tra uomo e natura. Anche il bambino gioca, poi spesso smette perché la scuola tende a omologarlo (la classe è più facile da gestire) e la famiglia gli dice che “il gioco non è una roba seria”. Invece è più che mai urgente giocare e giocare con la scienza”.
“La conoscenza scientifica – continua Andrea Vico – è oggi determinante affinché ciascuno possa costruire una propria opinione, in autonomia. E così dare il proprio contributo, come cittadino, a una società realmente democratica e rispettosa. Per un mondo migliore dobbiamo stimolare i ragazzi al pensiero libero e critico su scienza, tecnologia e ambiente”.

La Festa del gioco potrà contare anche quest’anno sulla partecipazione di illustri ospiti e associazioni che si sono distinti nell’ambito della ricerca scientifica, quali la Fondazione Golinelli di Bologna, Andrea Vico, lo scrittore per ragazzi Davide Morosinotto, il ludologo e allenatore della mente Carlo Carzan, l’Associazione Tecnoscienza di Bologna e la società Bricks4Kidz, specializzata nell’apprendimento STEAM, nel quale pensiero logico-scientifico e pensiero artistico-creativo collaborano in stretta sinergia.
Grazie a questi contributi verranno analizzati molti aspetti del mondo quotidiano attraverso le lenti della matematica, della chimica, della fisica, della biologia, della meccanica e della robotica, sempre però con un’attenzione particolare al giocare e all’imparare divertendosi.