Su Canale 5 Hitler contro Picasso e gli altri

Toni Servillo, Hitler contro Picasso e gli altri

Martedì 29 gennaio 2019, per celebrare la “Giornata della Memoria”, Canale 5 presenta, in seconda serata, il docu-film «Hitler contro Picasso e gli altri».

Il docu-film, a pochi mesi dall’uscita nei cinema, dà conto della Shoah dell’Arte, quando i nazisti misero le mani su svariati capolavori del 900 da un lato per cancellare tutto ciò di non gradito, dall’altro per esaltare l’arte classica, la sola considerata degna dal regime.

Toni Servillo ci guida tra i documenti originali, carte e libri di una misteriosa biblioteca: si viaggia poi tra Parigi, New York, Olanda e Germania con lo scopo di raccogliere diverse testimonianze.

Advertisement

Al centro del documentario l’ossessione del Führer contro i movimenti d’avanguardia artistica, che portò al più imponente saccheggio di opere d’arte di sempre. Gran parte delle opere trafugate, da case private, gallerie, chiese e musei, apparteneva a ebrei.

Negli Anni ’30, per andare incontro alla grande passione del Führer verso le tele d’autore, l’Europa viene fatta oggetto di un sistematico saccheggio di opere d’arte antica e moderna. Contemporaneamente, l’arte considerata degenerata è oggetto di un attacco feroce e sistematico: Chagall, Ernst, Kandinsky, Klee, van Gogh, Pablo Picasso, Matisse e Monet, solo per citare i più noti, vengono messi al rogo sulla pubblica piazza. Oltre al saccheggio, si assiste anche all’attacco del Reich nei confronti dell’arte considerata degenerata: la distruzione dei Buddha di Bamyan, in Afghanistan, quella della Moschea di Sidi Yahya, a Timbuctù, della Moschea d’Oro, in Iraq e di tanti altri siti che riflettevano valori o estetiche contrarie alle concezioni naziste.

«Hitler contro Picasso e gli altri», è prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital, con la colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino, la regia di Claudio Poli su un soggetto originale di Didi Gnocchi e la sceneggiatura di Sabina Fedeli e Arianna Marelli.