giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Mostre ed Eventi De Nittis e la rivoluzione dello sguardo - Mostra a Ferrara

De Nittis e la rivoluzione dello sguardo – Mostra a Ferrara

Giuseppe De Nittis: Al Bois, 1873. Olio su tela, cm 20 x 30. Courtesy Archivi Boldini-De Nittis-Zandomeneghi

È dedicata a Giuseppe De Nittis (1846-1884), la mostra che, fino al 13 aprile 2020, è aperta al pubblico a Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Paesaggi assolati del sud Italia, ritratti o affollate piazze di Londra e Parigi, De Nittis ha lasciato una serie di istantanee che rappresentano il mondo nel suo apparire fugace e transitorio, partecipando attivamente a quel “nuovo sguardo” che apre la strada alla modernità.

Pur senza dimenticare le esigenze del mercato e facendosi interprete del gusto delle esposizioni ufficiali, attraverso un linguaggio teso alla sperimentazione e una sensibilità ottica affine a quella degli amici Manet, Degas e soprattutto Caillebotte, De Nittis ha abbracciato quella “rivoluzione dello sguardo” che segna l’avvento della modernità in arte, a cui nella Parigi di fine Ottocento contribuisce il confronto tra la pittura e i codici della fotografia e dell’arte giapponese che egli studiò e collezionò.

Questo dialogo è reso visibile in mostra grazie all’affiancamento dei dipinti di De Nittis a celebri fotografie d’epoca firmate dai più importanti autori del tempo – da Edward Steichen a Gustave Le Gray, da Alvin Coburn a Alfred Stieglitz – oltre ad alcune delle prime immagini in movimento dei fratelli Lumière.

Un percorso scandito da quasi 150 opere provenienti da importanti collezioni pubbliche e private d’Italia e d’Europa, volto a mettere in evidenza il contributo dell’artista alla comune creazione del linguaggio visivo della modernità.

Organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, in collaborazione con il Comune di Barletta, la mostra nasce dal rapporto di interscambio culturale instauratosi tra due istituzioni civiche simili per storia e natura: il Museo Giovanni Boldini di Ferrara e la Pinacoteca Giuseppe De Nittis di Barletta.

La rassegna è curata da Maria Luisa Pacelli, Barbara Guidi e Hélène Pinet.

MUSICA

TELEVISIONE