Le luci della sera

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Manifesto film Le luci della seraL’ultimo film di Aki Kaurismaki delinea una parabola (cristiana?) incentrata sulla solitudine. Solitudine percepita come condizione imprescindibile dell’esistenza, come condanna inesplicabile e ineluttabile.
Solitudine come perdita dolorosa: uno stato angoscioso di vuoto interiore che ingenera in Koistinen, il protagonista del racconto, una sorta di chiusa rassegnazione, un torpore malsano che farà di lui una figura vulnerabile e insicura, l’innocente vittima sacrificale predestinata sin da subito a una sorte spietata.

Solitudine come “colpa”, la stessa che indurrà Koistinen a confondere l’inganno e l’amore vero, e non gli consentirà di riconoscere tra le tenebre di un mondo a lui ferocemente ostile, la voce amica che potrebbe condurlo alla salvezza. Novello Giobbe, Koistinen dovrà percorrere sino in fondo un amaro calvario di sofferenze, precipitare progressivamente nell’abiezione, conoscere l’amore tradito, l’ingiusta condanna e la prigione, la perdita della casa e del lavoro, prima di acquisire la consapevolezza della realtà (della propria irredimibile miseria). Da qui, da questa raggiunta consapevolezza, affiorerà in lui il rifiuto della rassegnazione: un estremo, disperato gesto di rivolta (un gesto votato in partenza al fallimento) e l’individuazione infine di una via di salvezza: il riconoscimento dell’Altro (della luce della Grazia), la scoperta che l’uomo in questo mondo non è mai davvero solo.

Al di là delle risonanze morali, gli echi bressoniani sono inequivocabili: nella chiusura del film, che cita il finale di Pickpocket; nel gioco recitativo antinaturalistico imposto agli attori; nell’uso assai parco dei movimenti di macchina; nelle ellissi marcate sugli elementi drammatici; nel ricorso insistito ai “tempi morti”. Tali richiami, come pure l’utilizzo di elementi drammatico-romanzeschi propri all’universo mitologico del noir, sono tuttavia ricondotti alla personale cifra espressiva e stilistica di Kaurismaki, da sempre regolata sulle tonalità di un’ironia trattenuta e beffarda, su tocchi di un umorismo sottilmente malinconico e amaro.

Nicola Rossello

Scheda film

Titolo: Le luci della sera
Regia: Aki Kaurismaki
Sceneggiatura: Aki Kaurismaki
Cast: Janne Hyytiainen, Maria Jarvenhelmi, Maria Heiskanen, Ilkka Koivula, Sergei Doudko, Andrei Gennadiev, Arturas Pozdniakovas
Durata: 80 minuti
Genere: Drammatico
Distribuzione: Bim Distribuzione
Data di uscita in Italia: gennaio 2007

Share.

Comments are closed.