La voltapagine

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Locandina Film La voltapagineLa voltapagine si presenta come un thriller psicologico la cui progressione drammatica, costruita secondo cadenze squisitamente musicali (Denis Decourt affianca da sempre alla sua attività di cineasta quella di insegnante di musica da camera presso il conservatorio di Strasburgo), si nutre di ambigui indugi descrittivi, di tempi sospesi, dilatati, all’interno dei quali il regista dissemina dettagli sottilmente inquietanti, segnali di minaccia che preludono a improvvise, violente accelerazioni, a lampi di furore terrifico attraverso cui Mélanie, l’eroina del film, si rivela facendo emergere la sua anima oscura, non riconciliata.

La storia, declinata al femminile, narra di una vendetta covata a lungo nel tempo e messa in atto con implacabile determinazione. Una vendetta che si realizza attraverso un processo di manipolazione e vampirizzazione (una seduzione omoerotica, illustrata con encomiabile castigatezza), e prende le forme di una torbida rivalsa sociale che, irridendo i rassicuranti cerimoniali dell’universo borghese (e nel sottotesto ideologico è presente la lezione di certo Chabrol…), comporta il rovesciamento dei rapporti di forza tra carnefice e vittima.

Un disegno punitivo – quello che Mélanie arriva ad infliggere ad Ariane, la donna colpevole di avere in passato vanificato le sue ambizioni di artista – che sembra obbedire a una sorta di legge del contrappasso, ma che non implica alcuna forma di risarcimento o di riappropriazione simbolica non avendo nulla di liberatorio o di catartico (il finale del film ci restituisce l’immagine di un’eroina non pacificata).

Nicola Rossello

Scheda film

Titolo: La voltapagine
Regia: Denis Dercourt
Cast: Catherine Frot, Deborah François, Pascal Greggory, Clotilde Mollet, Xavier De Guillebon, Christine Citti, Jacques Bonnaffé, Antoine Martynciow, Julie Richalet, Martine Chevallier, André Marcon, Arièle Buteaux
Durata: 85 minuti
Genere: Drammatico
Distribuzione: Mikado
Data di uscita in Italia: Febbraio 2007

Share.

Comments are closed.