sabato, Ottobre 31, 2020
Home Cinema Ai confini del paradiso

Ai confini del paradiso

Locandina del film Ai confini del paradisoPremiato all’ultimo festival di Cannes per la sceneggiatura, Ai confini del paradiso può vantare un impianto drammatico assai complesso e pur solido e fortemente concatenato e studiatissimo, che tiene saldamente uniti insieme diversi tracciati narrativi che ora procedono lungo linee parallele di sviluppo, ora si accostano e intersecano i loro percorsi, tra ellissi ardite e inopinati ritorni indietro nel tempo.

La pellicola mette in campo una serie di richiami a problematiche di attualità: il confronto tra differenti culture, i disagi dello sradicamento, la tolleranza verso le diversità, i rischi del fanatismo religioso e dell’intransigenza politica. Non è tuttavia l’idea di realizzare un apologo sociologico a interessare il regista. Fatih Akin (un tedesco di origine turca qui alla sua opera seconda) imbeve l’immersione nel presente e nel vissuto in forme, tensioni e umori scopertamente melodrammatici, destinati a servire come occasione e base di appoggio al motivo cardine del racconto: il rapporto conflittuale tra genitore e figlio, un elemento tematico che il film illustra attraverso insistite variazioni: Una scena del film Ai confini del paradisodal confronto/scontro tra Ali e Nejat a quello tra Suzanne e Lotte, allo stesso legame parentale che unisce Yeter e Ayten.

La vocazione romanzesca e melodrammatica della pellicola è leggibile inoltre nel peso che il caso riveste all’interno della narrazione (è il caso, l’imponderabile a scontrarsi con i progetti umani, vanificandoli; è sempre il caso a governare e sanzionare le prove morali e i destini dei personaggi); per nulla dire dell’enfasi che viene conferita alla declamazione dei sentimenti, enfasi a cui Akin s’ingegna, come può, di smorzare le note più alte e ridondanti.

Nicola Rossello

Scheda film

Titolo: Ai confini del paradiso
Regia: Fatih Akin
Cast: Baki Davrak, Nursel Kase, Hanna Schygulla, Tuncel Kurtiz, Nurgül Yesilçay, Patrycia Ziolkowska.
Durata: 122 minuti
Genere: Drammatico
Distribuzione: BIM
Data di uscita in Italia: 9 novembre 2007

MUSICA

“La traviata” di Verdi su Rai5

“La traviata”

“Simon Boccanegra” su Rai5

“Simon Boccanegra”

TELEVISIONE

“La traviata” di Verdi su Rai5

“La traviata”

“Simon Boccanegra” su Rai5

“Simon Boccanegra”