Naturalistiche continuità. La scultura di Franco Berretti

Opera di Franco BerrettiLa Villa Medicea di Cerreto Guidi (FI), sede del Museo Storico della Caccia e del Territorio, ospita dal 26 luglio al 30 settembre 2008 la personale dello scultore Franco Berretti Naturalistiche continuità, a cura di Luisa Berretti.
Trentuno le opere esposte realizzate dall’artista tra il 1985 ed oggi.
Autodidatta di formazione, Berretti persegue, dal suo primo contatto con le materie da scolpire, una costante analisi del rapporto fra la donna, portatrice di molteplici significati, l’albero, testimone di realtà vissute, e l’ambiente, difficile, circoscritto, angusto. Una poetica della realtà contemporanea pensata e realizzata con materiali tradizionali.

Le opere, in marmi bianchi e policromi, differenti tipi di legno, acciaio inox e bronzo, coinvolgono il visitatore in un’esperienza emozionale inserita perfettamente nel contesto naturale.

Opera di Franco BerrettiLe sculture “contemporanee” sono collocate all’interno della Villa, nel giardino antistante, e nelle costruzioni buontalentiane per creare una contaminazione visiva con le opere rinascimentali e gli arredi storici del Museo.

La mostra è promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze e organizzata in collaborazione con il Comune di Cerreto Guidi.

Accompagna l’esposizione un catalogo edito da Sillabe, Livorno, a cura di Luisa Berretti con presentazioni di Cristina Acidini, Giovanna Damiani, Carlo Tempesti e saggi di Mario Scalini e Luisa Berretti.

Franco Berretti è nato a Dicomano nel 1944. Realizza le prime sculture nel 1964; espone dal 1972 in collettive e personali a Firenze ed in altre città della Toscana, in Italia e all’estero. Negli ultimi 10 anni ha partecipato a tutte le edizioni della “Mostra della pietra lavorata” e a “Omaggio a Francesco” (tuttora itinerante) organizzate dal Comune di Castel San Niccolò. Altre recenti collettive lo hanno visto in Belgio (Bachte-Maria-Laarne), a Parigi alla “Mostra Italo-Franco-Russa” e ancora al British Institute di Firenze, a San Gimignano e a Civitella in Val di Chiana. Di recente ha esposto in mostre personali al “Laboratorio d’Arte Villa Corsini” a Impruneta e all’Athenaeum Personal Hotel di Firenze nel 2004; nel 2006 “Natura, naturalmente” nel Chiostro di Santa Maria degli Angeli a Firenze.