Anteprima Iseo Jazz 2008

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Iseo JazzMartedì 15 luglio 2008 il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, come da tradizione, ospita l’apertura della sedicesima edizione di Iseo Jazz, festival che offre uno spaccato unico della scena nazionale.

Il doppio concerto di apertura avrà per protagonisti Roberto Tarenzi con “Tarenzi Plays Tarenzi” e il Max De Aloe Quartetto con Max De Aloe (armonica), Roberto Olzer (pianoforte), Marco Mistrangelo (contrabbasso) e Nicola Stranieri (batteria) in “Puccini, Lirico incanto”.

Roberto Tarenzi, trentatreenne pianista milanese, uscito dai Civici Corsi di Jazz (dove ha collaborato per anni con la Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra), partner in molti concerti italiani del grande sassofonista David Liebman, già animatore del Cues Trio, si distingue per le doti ritmiche e l’originalità del fraseggio, che fanno di lui una delle figure di maggior rilievo del nuovo piano jazz italiano. Il suo esordio in piano solo su un palcoscenico così importante è centrato sull’esecuzione di propri brani, che evidenziano l’influsso di pianisti quali Bud Powell, Ahmad Jamal e Enrico Intra.

Max De Aloe, quarant’anni compiuti quest’anno, è armonicista, didatta, organizzatore del festival di Gallarate e musicista dallo spiccato senso melodico, che vanta prestigiose collaborazioni e una nutrita discografia. Tra i musicisti con cui suona o ha suonato troviamo Gianni Coscia, Barbara Casini, Mike Melillo, Renato Sellani, Bebo Ferra, Stefano Bagnoli, Gianni Basso, Bruno De Filippi, Franco Cerri, a dimostrazione di una predilezione per il moderno mainstream adattato alle particolarità del suo strumento. Con un gruppo di giovani talenti, nello spirito quindi di Iseo Jazz, propone il suo nuovo lavoro dedicato proprio alla melodia, alla bellezza delle arie di Giacomo Puccini in occasione del centocinquantesimo dalla nascita del celebre compositore toscano.

Share.

Comments are closed.