Marco Marchiani Mavilla. Luoghi di instabilità

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Rimane aperta alla Galleria d’Arte della Biblioteca dell’Universita’ di Bilkent (Turchia) fino al 17 dicembre 2008 la mostra di pittura di Marco Marchiani Mavilla dal titolo “Luoghi di instabilità”.
La mostra, inaugurata il 21 novembre 2008, è a cura di Atilla Güllü ed è realizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Ankara e dalla Galleria d’Arte dell’Ateneo.

Angela Tangianu, Addetto Culturale d’Italia, così si è espressa sull’arte del maestro fiorentino nella parte introduttiva del catalogo che accompagna la mostra: “Un’affannosa elaborata ricerca illuminata dall’iridescenza della luce. Un gioco raffinato dove emerge l’amore per il suo fare e la sicura capacità del disegno, che lo pone nella migliore tradizione toscana. Luoghi improbabili, materiali assemblati in modo apparentemente discontinuo,  raggi di colore e ombre,  impalpabile incongruenza delle forme,  suscitano  un sereno disorientamento. Le antinomie emergono, soffuse, a dirci che tutto può essere e non essere. E anche noi possiamo ritrovarci semplici spettatori e al contempo personaggi delle fiorentine arcate  labirinto che cautamente Marco ci invita a visitare.”

Marco Marchiani Mavilla, pittore e scultore, e’ nato a Firenze nel 1941. Le sue opere esposte in innumerevoli mostre collettive e personali, dal 1963 fino ad oggi, si trovano in moltissime collezioni pubbliche e private in Italia, Europa e U.S.A. I suoi libri d’artista, invece, sono custoditi nelle biblioteche nazionali di Firenze, Lussemburgo, Berna e Alessandria d’Egitto.

Share.

Comments are closed.