“Le Repas Frugal” di Picasso alla Galleria Bellinzona di Milano

Pablo Picasso, Le Repas frugalIn mostra dal 20 novembre 2009 al 15 gennaio 2010 alla Galleria Bellinzona di Milano una delle grafiche più importanti di Pablo Picasso, Le Repas frugal.
L’esposizione, realizzata per festeggiare il venticinquesimo anno di attività dell’importante galleria milanese, è curata da Carlo Ghielmetti.

La mostra propone, oltre alla planche originale del capolavoro picassiano, anche la rara prova biffata della stessa proveniente dalla Francia e uno stralcio del film Le mystère Picasso di Henri-Georges Clouzot, premiato col Premio speciale della giuria al festival di Cannes del 1956.

Il foglio, il primo della serie dei Saltimbanques, inciso nella tecnica dell’acquaforte su zinco, venne terminato nel settembre del 1904 a Parigi, in quel periodo di snodo che segna la fine del periodo blu e l’inizio di quello rosa.

Autentica icona della grafica del Novecento, il Repas frugal presenta le figure di due personaggi, un uomo e una donna, seduti a una tavola scarsamente imbandita, avvolti da un’atmosfera di grigiore e di inquietudine, che rimanda a una sensazione di rassegnazione e incomunicabilità.

Il soggetto è una metafora dell’esistenza degli uomini e, al tempo stesso di quella dell’artista, che porterà Picasso a eseguire una serie di dipinti e incisioni sul tema del saltimbanco e in particolare dell’Arlecchino.

La mostra è accompagnata da un catalogo (edizioni Galleria Bellinzona) con testi del curatore, di Marco Fragonara, Luigi e Michele Tavola, Giovanni Invernizzi, Flavio Arensi, Francesco Garrone, una conversazione tra Oreste Bellinzona e Christine Stauffer (Galerie Kornfeld, Berna) e una testimonianza di Yves Lebouc.