Al Macro di Roma personale di Urs Lüthi

Urs Lüthi, Autoritratto a mani vuote, 2009, fotografiaIl Macro di Roma dal 17 dicembre 2009 al 5 aprile 2010 presenta una personale dedicata all’artista svizzero Urs Lüthi. La mostra, a cura di Luca Massimo Barbero ed Elena Forin, si pone come un evento particolare che conclude un anno espositivo di grande intensità sia per l’artista che per il museo.
Lüthi in questa mostra torna a riflettere su tematiche che da sempre hanno segnato la sua ricerca, coinvolgendo in questa occasione la città e il museo in un modo originale e inedito.

Just another Story about leaving, titolo difficilmente traducibile che richiama simbolicamente l’idea della partenza e dell’allontanamento, è infatti un progetto multiforme che comprende sia un allestimento concepito appositamente per due sale del museo, sia un viaggio personale attraverso le diverse cronologie della “città eterna”.

Attraverso uno studio sulla propria persona e il suo essere artista, Urs Lüthi ha ricercato gli spazi della città dove far incontrare il presente e la storia e dove individuare il passaggio che anima l’oggi e lo relaziona al futuro. Da queste riflessioni è nata la necessità di portare un’altra scultura nella città delle sculture: Just another Sculpture for Roma è un progetto fotografico speciale che vede un autoritratto scultoreo dell’artista reinterpretare la classicità in rapporto con i luoghi del vivere quotidiano.

Questo viaggio ironico alla ricerca di una collocazione e di un ruolo termina al MACRO, dove la scultura si ferma e diventa parte di una riflessione sul valore del tempo. In questo modo, le sale del secondo piano dedicate alla mostra verranno trasformate da Lüthi in un unico spazio, in cui lo spettatore potrà riflettere e misurarsi con le questioni e le esperienze di cui si fa portavoce l’artista in ciascuna delle opere, come ricordo, testimonianza, ricerca, esplorazione, dolore e freddezza.

Gli scatti di Just another Sculpture for Roma verranno presentatati per la prima volta nel catalogo edito da Electa Mondadori, insieme a un’antologia selezionata delle principali fasi della ricerca di Lüthi e alla sezione dedicata al progetto della mostra. Il catalogo offrirà una visione complessiva del lavoro dell’artista a partire dall’ottica con cui egli stesso ha concepito la mostra; comprenderà inoltre testi di Luca Massimo Barbero ed Elena Forin e un dialogo tra l’artista e Christoph Lichtin.

La mostra è promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione– Sovraintendenza ai Beni Culturali.