Giorgio de Chirico alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia

Le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospitano dal 6 marzo al 2 giugno 2010 la mostra Giorgio de Chirico. La suggestione del classico. In esposizione 40 opere di de Chirico – tra dipinti e sculture realizzati tra gli anni Trenta e gli anni Settanta del Novecento – selezionate da Victoria Noel-Johnson e Sabina D’Angelosante per la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico di Roma, da cui provengono tutti i lavori.
A questo nucleo si affianca una serie di reperti provenienti dai Musei Archeologici della Provincia di Salerno, selezionati da Matilde Romito, che evidenziano la suggestione esercitata dal classico nell’arte del maestro della metafisica.

Un progetto e una proposta espositiva che illustra uno dei motivi centrali della pittura di de Chirico, ovvero la sua propensione all’antico, al mondo ellenico e ai valori plastici della scultura classica, elementi che ne fanno un artista colto e raffinato con una memoria del mondo antico sorprendente e fertile.
I motivi di quel mondo arcaico occupano, infatti, già dal primo decennio del Novecento gli scenari delle sue opere in modo prepotente, grazie a un linguaggio che articola sapientemente evocazione e invenzione e che condurrà di lì a poco a quel processo di pietrificazione dello spazio e del tempo caratteristici della pittura metafisica.

La mostra è promossa dal Comune e dalla Provincia di Pavia ed è prodotta e organizzata da Alef – cultural project management.

Accompagna l’esposizione un catalogo pubblicato da Silvana Editoriale.