A New York la mostra “Gabriele D’Annunzio. La vita come un capolavoro”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Dal 6 ottobre al 15 dicembre 2010 a New York, alla Casa Italiana Zerilli-Marimò della New York University, è aperta al pubblico la mostra Gabriele D’Annunzio. La vita come un capolavoro. Curata da Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, con la collaborazione di Stefano Albertini, l’esposizione presenta una ventina di oggetti appartenuti a d’Annunzio, provenienti dal Vittoriale, oltre a ritratti e fotografie d’epoca.

Il percorso espositivo è organizzato in tre sezioni. Nella prima, si presentano i passaggi fondamentali della biografia di Gabriele d’Annunzio: la nascita a Pescara, gli anni al Cicognini, il periodo romano, la Capponcina, l’esilio francese, d’Annunzio poeta-soldato, l’impresa di Fiume e il Vittoriale sua ultima dimora. Quindi, nella seconda, i suoi ritratti, le fotografie d’epoca e gli oggetti, porteranno i visitatori a immergersi nell’universo dannunziano, attraverso le correlazioni fra immagini antiche e oggetti. Questa sezione propone, inoltre, un filmato d’epoca che permette di ‘spiare’ d’Annunzio al Vittoriale e arrivare a sentire persino la sua voce.
La mostra si chiude con un omaggio a Eleonora Duse. Oltre alla scultura di Arrigo Minerbi con il volto dell’attrice che il poeta teneva sul proprio tavolo di lavoro al Vittoriale, vengono esposte alcune foto di scena di tragedie dannunziane da lei interpretate e una selezione di giornali della comunità italo-americana con articoli relativi alle tournée e alla morte dell’attrice avvenuta a Pittsburgh nel 1924.

L’esposizione newyorkese è la prima tappa di un itinerario che toccherà molte capitali del mondo, come Atene, Tokyo e altre.

L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione Il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera e dalla Casa Italiana Zerilli-Marimò della New York University, e ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero per gli Affari Esteri, della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia, del Comune di Gardone Riviera, della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Share.

Comments are closed.