Catanzaro, MARCA | Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web

Nino Migliori, Gente dell’Emilia, 1957Il museo MARCA di Catanzaro dal 19 dicembre 2010 al 27 marzo 2011 ospita la mostra, a cura di Alberto Fiz e Luca Panaro, Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web. Per questo importante appuntamento sono stati coinvolti in 14 tra gruppi e artisti di generazioni differenti quali Alterazioni Video, Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Vanessa Beecroft, Cristian Chironi, Mario Cresci, Paola Di Bello, Flatform, Nino Migliori, Adrian Paci, Franco Vaccari, Naomi Vona, Carlo Zanni. Un confronto tra grandi maestri e giovani rappresentanti dei new media che consente di riflettere sul concetto di comunità dagli anni cinquanta a oggi, attraverso opere fotografiche, video, progetti web e installazioni interattive. Non mancherà un’installazione mobile del gruppo Flatform che durante i giorni che precedono la mostra registrerà le reazioni delle persone nelle strade della città di Catanzaro.

La mostra, accompagnata da un catalogo in italiano e inglese edito da Electa, è promossa dalla Provincia di Catanzaro Assessorato alla Cultura con la collaborazione della Regione Calabria – Assessorato alla Cultura e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria, di Sensi Contemporanei Ministero dello Sviluppo Economico e della Fondazione Mimmo Rotella.