A Palermo le Avanguardie russe

Kandinsky, W., The Abstract, October 191, Oil on canvas, 50x60

Nello spazio espositivo del Reale Albergo dei Poveri di Palermo dal 3 dicembre 2011 al 20 marzo 2012 rimarrà aperta al pubblico una mostra sulle “Avanguardie  russe“, a cura di Andrey Sarabyanov e Giulia Davì.
L’esposizione presenta 60 dipinti e ricostruzioni di oggetti tipici dell’arte russa degli inizi del XX secolo, provenienti dalla Galleria statale Tretyakov e dai musei regionali russi di città quali Kazan, Kirov, Krasnodar, Nizhny Novgorod, Pskov, Samara, Saratov, che ripercorrono similitudini e contrapposizioni, spaziando dagli evidenti influssi di artisti come Cezanne, Gauguin e Picasso alle espressioni cubofuturiste fino a giungere alla creazione non-oggettiva del Suprematismo e alla razionalità, alla disciplina del formale del Costruttivismo.

La mostra è costruita attorno ad alcune opere fondamentali: L’informale e Mosca. Piazza Rossa di Kandinsky , Quattro quadrati di Kazimir Malevich, Architettura pittorica di Lubov Popova, Nero su nero di Aleksandr Rodchenko Aeroplano sopra il treno di Natalia Goncharova, Venere di Katsapi di Mikhail LarionovNatura morta di Ilya Mashkov, Paesaggio. Chiese. La Nuova Gerusalemme di Aristarkh Lentulov, un bozzetto in acciaio e legno della Torre della III Internazionale di Vladimir Tatlin, proveniente dal Rosizo State Museum and Exhibition Center.
Tra le opere mai esposte in Italia, Piazza della Signoria a Siena di Piotr Konchalovsky, Natura morta. Stoviglie di una trattoria di Vasily Roshdestvensky, Ritratto di un poeta di Ilya Mashkov, Donne con rastrelli di Natalia Goncharova, Modella nuda con tappetto asiatico sullo sfondo di Aleksandr Kuprin.

La mostra, accompagnata da un catalogo pubblicato da Silvana Editoriale, è promossa dalla Regione Siciliana Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell’ Identità Siciliana.