Tiziano e la nascita del paesaggio moderno – Mostra a Palazzo Reale di Milano

Tiziano Vecellio, Madonna col Bambino tra i santi Caterina e Domenico, e il donatore (Sacra Concersazione), olio su tela, 1513 ca, Mamiano di Traversetolo (Parma), Fondazione Magnani Rocca

A Milano, a Palazzo Reale, dal 16 febbraio al 20 maggio 2012  è in programma la mostra “Tiziano e la nascita del paesaggio moderno”, a cura di Mario Lucco.
In esposizione cinquanta opere, provenienti da alcuni dei maggiori musei americani  ed europei, alla scoperta della nascita del paesaggio moderno nella pittura del Cinquecento.

La mostra è aperta da due capolavori, la Crocifissione nel paesaggio di Giovanni Bellini e La prova del fuoco di Giorgione, che accompagnano un celebre dipinto giovanile di Tiziano, La sacra conversazione.
Seguendo il modificarsi della funzione del paesaggio, il percorso si sviluppa poi attraverso le sale in cui le opere di Palma il Vecchio, Cima da Conegliano, Veronese, Bassano – fino alla chiusura con lo straordinario Narciso di Tintoretto – sono accostate ad altri dipinti di Tiziano, come L’Orfeo e Euridice, La Nascita di Adone, Tobiolo e l’angelo, L’adorazione dei pastori.

L’iniziativa si avvale del patrocinio del FAI, cui si deve il recentissimo restauro della Villa dei Vescovi di Luvigliano di Torreglia (Padova), ideata ed edificata tra il 1535 e il 1542, fantastica realizzazione in un capolavoro di architettura del nuovo spirito della natura di cui l’esposizione è descrizione puntuale.

La mostra, accompagnata da un catalogo edito da GAmm Giunti, è promossa dal Comune di Milano – Cultura, Moda, Design e da Palazzo Reale, in collaborazione con Civita e GAmm Giunti.