Renoir. Dalle Collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie

Pierre-Auguste Renoir, Julie Manet (anche detto Bambina con gatto), 1887, Olio su tela; 65,5 x 53,5 cm, Paris, MusÈe d’Orsay (RF 1999 13), © HervÈ Lewandowski RMN-RÈunion des MusÈes Nationaux/ Distr. Alinari
Pierre-Auguste Renoir, Julie Manet (anche detto Bambina con gatto), 1887, Olio su tela; 65,5 x 53,5 cm, Paris, MusÈe d’Orsay (RF 1999 13), © HervÈ Lewandowski RMN-RÈunion des MusÈes Nationaux/ Distr. Alinari

La GAMGalleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea – di Torino presenta dal 23 ottobre 2013 al 23 febbraio 2014, una straordinaria mostra dedicata a Pierre-Auguste Renoir con i capolavori dalle Collezioni del Musée d’Orsay e del Musée de l’Orangerie di Parigi.

L’esposizione vuole percorrere la complessa evoluzione del percorso artistico di Renoir – attivo per oltre un cinquantennio tanto da produrre oltre cinquemila dipinti e un numero elevatissimo di disegni e acquerelli – evidenziando la grande varietà e qualità della sua tecnica pittorica e i diversi temi affrontati.

La mostra si articola in nove sezioni:
– L’epoca della bohème. Ritratti reciproci a Parigi negli anni ottanta dell’Ottocento
– “Noi adoriamo le donne di Renoir” (Proust)
– “il mestiere di paesaggista” (Renoir)
–  Infanzia
– La “fortunata ricerca della dimensione moderna” (Zola)
– A proposito delle Ragazze al piano
– “Bello come un dipinto di fiori” (Renoir)
– “Il nudo, una delle forme indispensabili dell’arte” (Renoir)
– Il testamento delle Bagnanti.

In esposizione, anche, gli strumenti di lavoro dell’artista: tavolozza, scatola di colori, pennelli, inseparabili attrezzi del grande maestro.

La mostra, curata da Sylvie Patry e da Riccardo Passoni,  è accompagnata da una pubblicazione edita da Skira.