Camille Pissarro. L’anima dell’Impressionismo, mostra a Pavia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Camille Pissarro La Verger à Eragny, 1896 olio su tela 54,6 x 65,4 cm Carmen Thyssen-Bornemisza Collection, on loan at the Thyssen-Bornemisza Museum, Madrid

Camille Pissarro La Verger à Eragny, 1896 olio su tela 54,6 x 65,4 cm Carmen Thyssen-Bornemisza Collection, on loan at the Thyssen-Bornemisza Museum, Madrid

Le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospitano dal 21 febbraio al 2 giugno 2014 la mostra “Camille Pissarro, l’anima dell’Impressionismo“, realizzata con la consulenza scientifica di Philippe Cross.

L’esposizione presenta una selezione di opere provenienti da musei di tutto il mondo come il Thyssen Bornemisza Museum di Madrid, il Brooklyn Museum di New York, il Mnar di Bucarest, il National Museum di Belgrado, la Johannesburg Art Gallery, la National gallery of Denmark di Copenaghen e molte altre.

I visitatori potranno, attraverso importanti lavori di Camille Pissarro, ripercorrere le tappe fondamentali della sua evoluzione artistica che lo hanno reso una figura indispensabile per la nascita e lo sviluppo del movimento impressionista.

Liberamente ispirato al libro “Vortici di Gloria. Il romanzo degli impressionisti” – firmato dal celebre scrittore Irving Stone che ricostruisce le vicende artistiche e umane dei maggiori rappresentanti dell’Impressionismo riservando un ruolo da protagonista assoluto a Camille Pissarro -, il racconto proposto all’interno dell’esposizione, oltre a fornire cenni storicoartistici e biografici sull’artista, si concentra sulle sensazioni e sulle emozioni più intime del pittore.

La mostra si trasforma in uno spettacolo sensoriale in cui le opere, protagoniste indiscusse, si animano attraverso le parole di Pissarro, suggestive immagini proiettate all’interno dello spazio espositivo.
Le video proiezioni, oltre ad esaltare la componente emotiva delle opere stesse, forniranno al visitatore una serie di approfondimenti testuali sui principali dipinti esposti diventando un utile e dinamico supporto didattico.

La visita potrà proseguire anche in una sezione della Quadreria dell’Ottocento, Collezione Morone dei Musei Civici di Pavia in cui l’arte di Pissarro sarà messa a confronto con quella di un artista italiano suo contemporaneo anch’egli profondamente legato al tema della terra e della vita rurale: Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Share.

Comments are closed.