Storie di carta al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Area Carta

A Milano, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia apre al pubblico sabato 5 aprile 2014 la nuova Area Carta, realizzata in partnership con Fabriano. Per l’occasione il Museo propone alcune attività speciali ai suoi visitatori.

Insieme a un mastro cartaio delle Officine Fabriano, sabato pomeriggio e domenica adulti e bambini potranno realizzare un foglio con una tecnica che risale al 1264. In un vero e proprio laboratorio artigianale il mastro cartaio, con tino e telaio, darà prova della sua arte e ogni partecipante si metterà alla prova con questo antico mestiere producendo dei veri fogli di carta. Il curatore del Museo accompagnerà alla scoperta delle attrezzature storiche esposte nella nuova Area. Inoltre sabato pomeriggio nel laboratorio interattivo Materiali i visitatori potranno creare forme suggestive utilizzando carta da forno e nastri adesivi di carta.

L’Area Carta si sviluppa intorno a un oggetto storico di grandissimo valore: la pila a magli multipli del XVIII secolo. Il progetto di riqualificazione della pila a magli multipli e del suo corredo, realizzato in partnership con Fabriano, permette di riconsegnare al pubblico un oggetto fondamentale per la storia della tecnica e di ridargli il giusto peso nel percorso espositivo del Museo.
La pila a magli multipli è lo strumento che veniva utilizzato nelle cartiere artigiane per triturare vecchi stracci e ottenere pasta di carta per la produzione di fogli. Il processo si realizzava attraverso otto passaggi successivi: selezione degli stracci; loro macerazione; produzione della pasta di carta alla pila a magli multipli; realizzazione dei fogli tramite tino, forme e torchio; prima essiccatura; collatura; seconda essiccatura; finitura.
La macchina e i suoi materiali di corredo – tra cui esempi di papiro, pergamena e carta filigranata, nonché un tino, forme con casci, un torchio a vite e altri strumenti utili per la produzione a mano di fogli di carta a partire dagli stracci –tornano a essere mostrati al pubblico in un nuovo allestimento e una nuova collocazione, che li inserisce nel contesto delle esposizioni legate ai Materiali.

Share.

Comments are closed.