The Art of Killing. Una ricostruzione storica di eventi dimenticati del Dopoguerra

The Art of Killing

La Casa delle culture del mondo di Milano ospita dal 4 al 13 aprile 2014, la mostra fotografica “The Art of Killing. Una ricostruzione storica di eventi dimenticati del Dopoguerra”.

In esposizione ventitrè immagini (b/n, 60×90 cm) del fotografo ceco Lukáš Houdek.
La serie di fotografie mette in scena le persecuzioni dei civili di lingua tedesca alla fine della Seconda Guerra Mondiale nei territori dei Sudeti, riassegnati alla Cecoslovacchia quando la Conferenza di Potsdam ridefinì i confini della Germania e decise l’espulsione della popolazione tedesca dai territori occupati, con decine di migliaia di vittime in tutta Europa.
Basate su un’approfondita ricerca storica, le foto ricostruiscono tra documentario e arte alcuni episodi di violenza di quel periodo utilizzando come protagoniste le bambole Barbie: un ritratto surreale che allude all’assurdità della malvagità umana e ne ammette l’impossibilità della rappresentazione, se non attraverso similitudini e metafore. Le scene con le bambole sorridenti nelle vesti di militari oppressori e civili perseguitati inquietano e al tempo stesso suggeriscono un ripensamento del senso di colpa collettivo e della divisione della storia in colpevoli e vittime.

La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano in collaborazione con il Centro Ceco di Milano ed il patrocinio del Consolato della Repubblica Ceca a Milano.