“Munari politecnico” al Museo del Novecento di Milano

Atto, Bruno Munari nel suo studio, Milano 1988 © Isisuf
Atto, Bruno Munari nel suo studio, Milano 1988 © Isisuf

Il Museo del Novecento di Milano dal 6 aprile al 7 settembre 2014 propone al pubblico la mostra “Munari politecnico”, a cura di Marco Sammicheli, con allestimento di Paolo Giacomazzi.
L’esposizione, che sarà inaugurata sabato 5 aprile alle ore 18, è il racconto di una figura d’intellettuale poliedrico e  del suo ruolo nell’arte italiana e europea nel corso del ‘900.

In esposizione un consistente nucleo di opere di Bruno Munari raccolte dai due collezionisti Vodoz e Danese  e conservate presso la Fondazione, oltre a opere della collezione del Museo del Novecento, dell’Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo e da collezioni private.

La mostra intende rivelare la matrice artistica dell’ispirazione di Munari, rileggendo la collezione VodozDanese e ponendola in dialogo con alcuni artisti che hanno condiviso i momenti originari della sua ispirazione, come Gillo Dorfles e Carlo Belloli. Dal percorso espositivo emerge poi chiaramente anche il legame di Bruno Munari con Milano, i caffè, Brera, gli atelier e le gallerie d’arte, che erano luoghi di studio e di scambio nei quali condividere riflessioni e ricerche con altri artisti e intellettuali.

«Bruno Munari è stata una delle grandi personalità della storia dell’arte e della cultura milanesi che ha contribuito in modo determinante a costruire la Milano che oggi conosciamo – ha affermato Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano –. Per questo la mostra fa parte del palinsesto della ‘Primavera di Milano’, perché costituisce l’omaggio a una figura cardine della storia recente della nostra città che ha consolidato l’identità di Milano quale capitale internazionale della creatività».

Sono previste numerose attività collaterali alla mostra, che culmineranno nella giornata internazionale di studi su Bruno Munari in programma in Sala Fontana martedì 3 giugno con studiosi provenienti da tutto il mondo.

Da segnalare anche un Focus dedicato all’opera fotografica, in parte inedita, di Ada Ardessi e Atto, che per oltre quarant’anni hanno documentato il percorso creativo di Munari.

“Munari Politecnico” è promossa dal Comune di Milano – Cultura ed è realizzata dal Museo del Novecento in collaborazione con la Fondazione Jacqueline Vodoz e Bruno Danese.