Pinacoteca di Brera, il San Sebastiano restaurato

San Sebastiano, dopo il restauroLa Pinacoteca di Brera di Milano da sabato 19 aprile fino all’11 maggio 2014 espone, accanto al più celebre Sposalizio della Vergine, il San Sebastiano di Raffaello dell’Accademia Carrara di Bergamo, di cui è stato da poco ultimato il restauro.

L’opera è una delle prime dell’artista urbinate, che lo eseguì giovanissimo. Vicino per tecnica esecutiva e stile allo Sposalizio della Vergine, datato 1504, è forse riconducibile ai primissimi anni del Cinquecento quando il legame di Raffaello con il maestro Perugino è ancora evidente. La preziosa e piccola tavola (altezza cm 45,5, larghezza cm36,4 e profondità cm 1,4), giunta alla collezione bergamasca con legato del conte Guglielmo Lochis nel 1866, fu dotata della cornice dorata con la quale ancora oggi è esposta.

Il restauro del dipinto è stato offerto dalla Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici di Milano ed eseguito all’interno del Laboratorio di Restauro della Pinacoteca di Brera,

Il restauro sarà illustrato l’8 maggio 2014, alle ore 11.30, presso la Sala della Passione della Pinacoteca di Brera; interverranno Amalia Pacia, Mariolina Olivari, Paola Borghese, Patrizia Fumagalli, Fabio Frezzato e Giovanni Valagussa.

Dal 14 maggio al 27 luglio 2014 l’opera sarà esposta presso la GAMeC di Bergamo alla mostra Riscoprire la Carrara. Mantegna, Bellini, Raffaello, Moroni. Restauri e capolavori in dialogo, insieme ad altri dipinti delle collezioni dell’Accademia Carrara, restaurati a partire dal 2008 durante la chiusura del museo.