Gaetano D’Espinosa dirige la Filarmonica Arturo Toscanini

Il M° Gaetano d'Espinosa - foto d'archivio

Al Teatro Regio di Parma, nel cuore dei riti della Settimana Santa, Gaetano D’Espinosa, venerdì 18 aprile 2014 alle ore 20.00, sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini interpreta il capolavoro sacro di Franz Joseph Haydn Musica instrumentale sopra le sette ultime parole del nostro Redentore in Croce ossiano Sette Sonate con una introduzione ed alla fine un terremoto. A proclamare le frasi tramandate dai Vangeli che precedono ciascuna sonata sarà don Sincero Mantelli.

L’opera fu commissionata dal marchese di Valdes-Inigo, canonico della Chiesa del Rosario di Cadice, nella Spagna meridionale, di comporre una musica da eseguirsi durante i riti del Venerdì Santo. Era infatti consuetudine che, nella cripta Santa Cueva, il vescovo celebrasse un ufficio in quel giorno con un’omelia nella quale si commentavano le sette frasi pronunciate da Cristo durante la sua agonia sulla Croce. Le sette Sonate, precedute da un’introduzione e seguite da un brano conclusivo che rievoca il terremoto che sconvolse il monte Calvario, furono composte nel 1786 e eseguite pubblicamente il 6 aprile 1787, Venerdì Santo.