Franceschini, arte e turismo fondamentali per la crescita economica

Ministro Dario Franceschini
Ministro Dario Franceschini

Il ministro Dario Franceschini, nella mattinata di lunedì 14 aprile 2014, ha riunito a Roma, al Collegio Romano, oltre centocinquanta sovrintendenti, direttori di poli museali, archivi e biblioteche del Mibact, per un confronto sulle imminenti scelte che il governo intende mettere in campo in ambito culturale e turistico.

La discussione si è focalizzata sulla necessità di introdurre sistemi di agevolazione e vantaggio fiscale per chi investe in arte, su come incentivare gli atti di liberalità e la partecipazione dei privati nella valorizzazione del patrimonio culturale, sulle imminenti scelte organizzative della struttura ministeriale ai sensi della spending review, sulle aperture straordinarie dei musei.
Il ministro ha sottolineato come «l’arte ed il turismo siano le peculiarità italiane e che, per questo, le grandi scelte economiche devono guardare con attenzione a questi due settori».

«Voi siete la mia squadra – ha detto Franceschini – ed insieme dobbiamo far comprendere che questo ministero non è un ostacolo allo sviluppo, come qualcuno pensa, ma una immensa opportunità di crescita. È giusto difendere il sistema delle sovrintendenze ma dobbiamo al tempo stesso accettare la sfida di una sua modernizzazione per migliorarne e razionalizzarne l’organizzazione e le modalità decisionali, riducendo gli ambiti di discrezionalità e aumentando il confronto ed il coordinamento nei giudizi, e ponendo maggiore attenzione alle esigenze dei territori e dell’integrazione turistica».

Il ministro Franceschini ha, infine, sollecitato i dirigenti del Mibact ad essere protagonisti nella sfida della digitalizzazione.