Goffredo Bettini, Pietro Ingrao – Un sentimento tenace

Copertina del libro "Un sentimento tenace"La profondità di una lettera. Il coinvolgimento, il complesso di sentimenti e passioni, di riflessioni e piccoli appunti che vengono liberati gradualmente, parola dopo parola sul foglio bianco. La profondità di una lettera. Capire gli uomini e scrutare il loro pensiero, indagarlo, conservarlo come testimonianza preziosa ed insieme monito per l’agire futuro. Quando si legge un libro scritto in forma epistolare, si ha sempre una sorta di affinità con gli interlocutori, si finisce per sentirli vicini, per affezionarsi a loro perché invitati a partecipare ai loro meditati ragionamenti.

In questi giorni in libreria si può trovare Un sentimento tenace, uno scambio epistolare durato quindici anni tra Pietro Ingrao e Goffredo Bettini, due massimi testimoni della vita politica del nostro tempo. Non potevo non leggerlo, accettando l’invito di Eleonora De Venuti che di questa opera ha organizzato una bella presentazione nelle periferie romane qualche settimana fa.

I due protagonisti instaurano un dialogo intenso, nel senso filosofico del termine, teso cioè all’approdo ad una verità, ad un frammento di conoscenza attraverso la valorizzazione della sfera di esperienza dei due autori, che nel dialogo, cercano un punto di medietà sulle motivazioni più recondite che li hanno spinti all’agire politico dalla parte dei più deboli, di “chi sta sotto nella società”. Ed è attraverso le lettere che scorrono in sequenza ricordi, osservazioni, analisi ed incoraggiamenti. Lasciando a noi lettori quel frammento di conoscenza e testimonianza riassumibile nell’importanza del senso etico e di missione dell’agire umano, orientato al miglioramento continuo delle situazioni preesistenti dalla parte degli ultimi. In mancanza, tutto risulta un mero esercizio di vanità personale, senza una forte spinta ideale non si può innervare nell’agire quel sentimento tenace che spinge ad affrontare sfide e difficoltà ed andare avanti anche quando soffiano venti contrari sulla rotta che si ritiene giusta.
“L’oscenità dell’ingiustizia, questo il tema intorno al quale il carteggio si interroga – sostiene Eleonora De Venuti -, sollecitando con forza una riflessione che resta attuale e drammatica”.
Un libro che diventa un’occasione di riflessione collettiva, ma anche una bella testimonianza ed un proficuo insegnamento per il lettore.
“Tu sai che il solo, vero consiglio che ho cercato di darti è stato: sforzati di essere libero. Tuo Ingrao”.

Diego Pirozzolo

Autore: Goffredo Bettini, Pietro Ingrao
Titolo: Un sentimento tenace. Riflessioni sulla politica e sul senso dell’umano
Editore: Imprimatur editore
Collana: Saggi
Prezzo: € 9,50
Pagine: 112
Anno: 2013