A Massimo Franco e Mario Orfeo il “Premio Internazionale di Giornalismo Civile”

Positano

Il Premio Internazionale di Giornalismo Civile, presieduto da Giovanni Russo, conferito dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici viene assegnato a Massimo Franco e Mario Orfeo. La premiazione sarà ospitata sabato 28 giugno 2014, presso la Sala Consiliare “Salvatore Attanasio” del Comune di Positano (SA), alle ore 11,00, nell’ambito della rassegna letteraria “Positano Mare, Sole e Cultura” che quest’anno celebra la XXII edizione.

Il Premio è assegnato ai giornalisti che si sono distinti per l’impegno profuso nella tutela dei diritti civili, nelle inchieste e nel coraggioso sostegno dei valori sociali, e nelle precedenti edizioni è stato consegnato a Fernanda Pivano, Gaetano Afeltra, Giovanni Russo, Titti Marrone, Marco De Marco, Giorgio Bocca, Gian Antonio Stella, Mirella Armiero, Nello Ajello, Ottavio Lucarelli, Chiara Beria D’Argentine, Ezio Mauro, Francesco Erbani, Maria Luisa Agnese, Raffaele La Capria, Piero Ottone, Milena Gabbanelli, Donatella Trotta, Ermanno Corsi, Pasquale Esposito e Mario Calabresi, Giustino Fabrizio, Sergio Zavoli, Roberto Napoletano, Sergio Rizzo, Ferruccio De Bortoli, Enrico Mentana, Bianca Berlinguer e Antonio Troiano.

Quest’anno l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, presieduto da Gerardo Marotta, ha deciso di conferire il Premio Internazionale di Giornalismo Civile all’inviato e notista politico del «Corriere della Sera», Massimo Franco, e al direttore del TG1, Mario Orfeo. La premiazione sarà preceduta dal seminario di studi dal titolo «Libertà dei corpi e potere delle anime» dedicato a Carlo e Salvatore Attanasioin ricordo dell’impegno profuso per condurre nella loro Positano i fermenti e le testimonianze della cultura internazionale”. Protagonisti della  riflessione che lega il pensiero filosofico alla stretta attualità, Giulio Giorello, Gerardo Marotta, Giovanni Russo e Francesco D’Episcopo.

La rassegna prosegue giovedì 3 luglio (Terrazza Le Agavi –ore 21,00) vedrà ospiti lo chef Alfonso Iaccarino e Marisa Laurito, che insieme a Luciano De Crescenzo, Gianluca Mech, e Renzo Arbore, si addentreranno tra i segreti della tradizione culinaria meridionale.