domenica, Maggio 31, 2020
Home In primo piano San Sebastiano. Bellezza e integrità nell’arte tra Quattrocento e Seicento

San Sebastiano. Bellezza e integrità nell’arte tra Quattrocento e Seicento

Scuola di Caravaggio, San Sebastiano (particolare)
Scuola di Caravaggio, San Sebastiano (particolare)

È dedicata a San Sebastiano la mostra che dal 5 ottobre 2014 all’ 8 marzo 2015 resterà aperta al pubblico alla Fondazione Cosso, Castello di Miradolo, a pochi chilometri da Torino.

L’esposizione, ideata e curata da Vittorio Sgarbi con la collaborazione di Antonio D’Amico, presenta capolavori provenienti da importanti musei italiani e da prestigiose collezioni estere.

Sebastiano, giovane soldato convertitosi al cristianesimo, subisce condanna a morte dall’imperatore Diocleziano. Nulla però possono le frecce: esse trafiggono il suo corpo ma non scalfiscono la sua bellezza, la sua fede, la sua integrità fisica e morale.
Affidato alle cure della pia Irene, presto Sebastiano torna fieramente a proclamare il suo credo cosicché Diocleziano lo imprigiona nuovamente, facendolo flagellare, percuotere sino alla morte e gettando, per disprezzo, il suo corpo nella Cloaca Massima.

La purezza dell’anima e l’incrollabile fede si specchiano nella sublime bellezza del giovane corpo di Sebastiano, che rimanda a quello dell’antico Apollo pagano, ma che nella figura del martire si riveste di sacralità e di una luce di eternità.

E’ proprio l’aurea di bellezza e intimo splendore che avvolge il corpo di Sebastiano ad aver catturato l’attenzione di tutti i più grandi artisti, dal Rinascimento ai giorni nostri, che si sono cimentati nella raffigurazione del santo.
In molte opere San Sebastiano è raffigurato solo, protagonista assoluto, modello dell’iconografia della bellezza e dell’integrità. Altre volte compare insieme ad altri santi, il più delle volte protettori contro la peste, in primis San Rocco, in un dialogo silente con la Madonna e il Bambino. E ancora lo si ritrova curato da Irene, in scene intime e dense di un afflato romantico che fanno leva sul senso dell’aiuto all’altro, al più debole.

Accompagna la mostra un catalogo, con saggi e schede realizzate da autorevoli studiosi.

MUSICA

Un ballo in maschera di Verdi su Rai5

Rai Cultura propone venerdì 29 maggio 2020 alle ore 10.00 su Rai5 "Un ballo in maschera", melodramma...

“L’elisir d’amore” di Donizetti su Rai5

L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti - Photo Brescia e Amisano © Teatro alla Scala "L’elisir d’amore", il capolavoro...

TELEVISIONE

Giallo napoletano – Film su Rai Storia – La trama

Su Rai Storia, sabato 30 maggio 2020 alle ore 21.10, per il ciclo “Cinema Italia” va in...

Vivi e lascia vivere, su Rai Premium la replica dell’ultima puntata

L’ultima puntata della serie televisiva “Vivi e lascia vivere”, con Elena Sofia Ricci, andata in onda su...