Milano | A Palazzo Reale una serie di incontri su Van Gogh

Vincent van Gogh, Autoritratto, Olio su cartone, cm 32,8 x 24, 1887, © Kröller-Müller Museum; Otterlo
Vincent van Gogh, Autoritratto, Olio su cartone, cm 32,8 x 24, 1887, © Kröller-Müller Museum; Otterlo

In attesa della mostra milanese dedicata a Vincent Van Gogh, in programma dal 18 ottobre 2014 all’8 marzo 2015, a Palazzo Reale si terranno una serie di incontri, letture e confronti tematici per scoprire i più affascinanti aspetti della vita e dell’opera del grande artista olandese.

Gli approfondimenti, moderati dal giornalista Marco Carminati, vedranno esperti, critici e scrittori quali Flavio Caroli, Dario Bressanini, Enzo Sallustro, accompagnare il pubblico in un percorso alla riscoperta dei temi della terra della ruralità e della natura, tanto cari all’artista e ampiamente illustrati nella mostra Van Gogh.

Il programma:

Lunedì 8 settembre, ore 18.30, sala conferenze 3° piano – Piazza Duomo 14
Marco Carminati incontra Falvio Caroli, Critico e Storico dell’arte.
Il Professor Flavio Caroli analizzerà l’evoluzione dell’idea di natura nell’opera di Van Gogh, partendo dai lavori giovanili e dalle lettere in cui l’artista descrive l’influenza che il pittore Millet ebbe nella sua formazione artistica, approfondendo l’intero percorso fino ad arrivare alle opere più mature.

Martedì 23 settembre, ore 18.30, sala conferenze 3° piano – Piazza Duomo 14
Marco Carminati incontra Dario Bressanini, Ricercatore, divulgatore scientifico e scrittore italiano.
Il Professor Dario Bressanini analizzerà in modo scientifico alcuni lavori di Van Gogh che illustrano il mondo agreste e contadino, raccontando l’evoluzione alimentare, la storia del cibo e del lavoro nei campi dalla seconda metà dell’Ottocento fino ai nostri giorni.

Martedì 30 settembre, ore 18.30, sala conferenze 3° piano – Piazza Duomo 14
Marco Carminati incontra Enzo Sallustro, Vice-direttore Rai Gold, esperto di cinema e curatore di diverse rassegne cinematografiche.
Enzo Sallustro farà un excursus cinematografico ripercorrendo la filmografia che indaga e racconta il tema rurale e contadino, predominante in mostra, e dunque il rapporto dell’uomo con la natura che lo circonda.