Modena | Jamie Reid. Ragged Kingdom

Jamie Reid, Anarchy in the UK Muslin Flag, 1976. Screenprint on muslin, mm 700x900, Jamie Reid copyright Sex Pistols Residuals
Jamie Reid, Anarchy in the UK Muslin Flag, 1976. Screenprint on muslin, mm 700×900, Jamie Reid copyright Sex Pistols Residuals

È dedicata a Jamie Reid, artista britannico legato al Situazionismo e ai movimenti anarchici, la mostra che dal 12 settembre 2014 al 6 gennaio 2015 resterà aperta al pubblico alla Galleria civica di ModenaPalazzo Santa Margherita.

La sala principale di Palazzo Santa Margherita ospita la grande installazione che dà anche il titolo alla mostra (“Ragged Kingdom“) composta da alcuni tepee dipinti dall’artista, all’interno dei quali ciascun visitatore troverà una pila di fogli stampati con cui potrà costruirsi il proprio personale “catalogo” della mostra.

Al piano superiore invece circa sessanta disegni, dipinti, collage, grafiche, progetti, fotografie che raccontano in sintesi la carriera artistica di Reid a partire dagli esordi, durante i quali elabora lo stile e alcune immagini – si pensi agli autobus con destinazione “Nowhere” – che confluiranno poi nell‘iconografia punk, per soffermarsi più approfonditamente sul periodo strettamente connesso con i Sex Pistols. Di questa intensa attività, durata dal 1976 al 1980, sono presenti in mostra una trentina di lavori, compreso un collage di quasi 8 metri di lunghezza (“Mural”), che ne rappresenta una vera e propria summa. Non manca una selezionata scelta di opere più recenti, nelle quali alle tematiche anarchiche e situazioniste si affiancano motivi legati a un universo magico e sciamanico molto caro all’artista espresso attraverso simboli cosmologici, druidici, esoterici.

La mostra è realizzata in collaborazione con la Isis Gallery di Brighton, con la partecipazione di ONO arte contemporanea ed è inserita nel programma di eventi del festivalfilosofia, il cui tema, quest’anno, è stato individuato nel concetto di “gloria”.