“Aperti al Mondo”. 17 siti storici e artistici aperti a Milano durante Expo 2015

Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano
Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano

Aperti al Mondo” è l’iniziativa che promuoverà i luoghi di cultura milanese durante Expo 2015, ampliando l’orario di apertura, animandoli con iniziative culturali, musicali, artistiche, come nella tradizione di “Aperti per Voi”.

Aperti al Mondo” mette a frutto la decennale esperienza di “Aperti per Voi” e dei Volontari Touring per il Patrimonio Culturale per accogliere visitatori nei siti d’arte milanesi altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni di orario.

Voglio ringraziare il TCI per questa nuova collaborazione che mette in moto l’energia di 700 volontari per realizzare il progetto ‘Aperti al Mondo’, declinazione in chiave Expo di ‘Aperti per voi’, che da dieci anni contribuisce all’apertura di molti siti storici e artistici milanesi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. L’aumento del turismo culturale nella nostra città sta consolidando una nuova declinazione dell’identità di Milano nella storia d’Europa, confermandola città capitale d’arte e cultura. E’ per questo che la collaborazione del Touring è importante, ed è per questo che abbiamo voluto costruire ‘Expo in Città’: una proposta culturale di grande qualità capace di raccontare lo straordinario tessuto creativo di Milano ma anche la sua straordinaria storia di capitale del pensiero attraverso i suoi monumenti, dall’Impero romano ad oggi”.

Siamo orgogliosi – afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano – di poter mettere a disposizione della città, dei cittadini e dei turisti, che ci aspettiamo numerosi in occasione dell’Expo, la nostra competenza e quel saper fare nel settore dell’accoglienza attorno e dentro i Beni Culturali che ci viene riconosciuto da più parti da oltre un secolo. Voglio ringraziare i Volontari che operano in campo culturale – conclude Franco Iseppi – che ricoprono un ruolo fondamentale per la società e che sono un bell’esempio dell’Italia migliore, quella che vorremmo far conoscere al mondo nella prossima primavera”.

A Milano l’iniziativa interessa 17 luoghi: l’Antiquarium «Alda Levi»-Parco dell’Anfiteatro romano, l’Archivio Storico della Veneranda Fabbrica del Duomo, l’area Archeologica della Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore, la Basilica di Santa Maria presso San Satiro, la Basilica di San Vittore al Corpo, la Casa del Manzoni, la Casa Museo Boschi Di Stefano, la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, la Chiesa di Sant’Antonio Abate, la Cripta della Chiesa della Beata Vergine Annunciata nell’Ospedale Maggiore, la Cripta di San Giovanni in Conca, la Collezione Grassi – Vismara presso la GAM, il Mausoleo Imperiale di San Vittore al Corpo, il Museo del Duomo, Palazzo Litta, il Museo Studio Francesco Messina e la Chiesa di San Fedele.