Firenze | Apre il nuovo percorso espositivo della Chiesa di Santa Reparata

Santa Reparata, nuovo percorso espositivo, courtesy Opera, photo Gianluca Moggi
Santa Reparata, nuovo percorso espositivo, courtesy Opera, photo Gianluca Moggi

L’Opera di Santa Maria del Fiore aprirà al pubblico il nuovo percorso espositivo della Chiesa di Santa Reparata nel Duomo di Firenze, mercoledì 8 ottobre 2014, in occasione della Festa di Santa Reparata.

L’area archeologica della Chiesa di Santa Reparata, sotto la Cattedrale di Firenze, fu aperta al pubblico nel 1974, dopo una campagna di scavi durata circa dieci anni. Ad oggi, si tratta dell’unica testimonianza, fruibile dal pubblico, dell’antica Florentia. Qui i visitatori possono vedere non solo la storia della Cattedrale ma il passato e le vicende urbanistiche della Firenze meno nota, quella romana e paleocristiana.

Il nuovo percorso espositivo ha un andamento cronologico che va dal I secolo d.C. al XIV secolo: dai resti di epoca romana, preesistenti alla costruzione della chiesa, alla sua fondazione in epoca Paleocristiana, la fase altomedievale e quella romanica. Pannelli e video in lingua italiana ed inglese supportano la visita. Una nuova illuminazione con in evidenza i punti chiave della narrazione, come lo splendido pavimento a mosaico di epoca paleocristiana, fatto da maestranze nord-africane, a figure geometriche e con un emblema a forma di pavone. Tutto concorre a rendere il percorso più fruibile e unitario.