Milano | Cinema e grande musica: Johann Sebastian Bach

Presso lo Spazio Oberdan di Milano, la Fondazione Cineteca Italiana presenta, dal 3 al 6 aprile 2015, una breve rassegna dedicata a Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) dal titolo Cinema e grande musica: Johann Sebastian Bach.

Autore di opere caratterizzate da profondità di pensiero, complessità strutturale di rara bellezza ed estatico senso del sacro, Bach è stato compositore e musicista tedesco universalmente considerato uno dei più grandi geni della storia della musica. E lo testimoniano i titoli qui in programma: Il mio nome è Bach, di Dominique de Rivaz, film praticamente inedito che racconta un episodio della vita del compositore che condusse a un grande capolavoro come “L’offerta musicale”; Cronaca di Anna Magdalena Bach, capolavoro della coppia Straube-Huillet sulla moglie di Bach; Sul nome B.A.C.H. – Contrappunti con l’Arte della fuga, film caleidoscopico del regista, musicologo e musicista Francesco Leprino, con rielaborazioni dei contrappunti per 50 strumenti, con 5 improvvisazioni di Stefano Bollani; e infine Solaris di Andrej Tarkowskij, eccelso esempio di come la musica sia in grado di elevare le immagini a vertiginose altezze espressive grazie soprattutto alla presenza nella colonna sonora del preludio corale in Fa minore per solo organo BWV 639 “Ich ruf’ zu dir, herr Jesu Christ” di Bach.