Michelangelo Pistoletto in mostra al Castello di Gallipoli

Michelangelo PistolettoIl Castello di Gallipoli, in provincia di Lecce, dal 5 giugno al 27 settembre 2015 (prorogata al 25 ottobre 2015), ospita la personale di Michelangelo Pistoletto.
L’artista ha ideato per Gallipoli tre grandi installazioni site-specific. Nella Piazza d’Armi vi sarà il Terzo Paradiso al cui centro verrà posto un grande ceppo di ulivo ultrasecolare dentro al quale germoglierà un ulivo neonato. L’opera è dedicata dal maestro al Salento come segno di “soluzione e rinascita” a fronte dell’epidemia batterica che colpisce gli ulivi pugliesi. La Xylella e tutte le sue implicazioni saranno lette da Pistoletto attraverso le lente della “trasformazione e della guarigione”. L’opera verrà realizzata in collaborazione con l’azienda Pimar, usando rigorosamente i pizzotti di pietra leccese, blocchi estratti direttamente dalla cava che, non subendo ulteriori cicli di lavorazione, valorizzeranno la natura materica dell’opera, rispettando una risorsa non rinnovabile come la pietra.

Nella sala ennagonale sarà installato un labirinto di cartone, con al al centro il tavolo specchiante LoveDifference, a forma di Mar Mediterraneo, circondato da sedie provenienti dalle culture che si affacciano al Mare Nostrum.
In un’altra sala espositiva vi saranno i Quadri Specchianti e il Segno Arte, frutto di sperimentazioni iniziate negli anni Sessanta, attraverso l’impiego di numerosi materiali e tecniche, con l’intento di coinvolgere attivamente lo spettatore nell’opera.

L’esposizione è a cura di Manuela Gandini.