Invito a Palazzo, alla scoperta dei tesori d’arte delle banche

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, Intesa san Paolo, Vicenza

Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, Intesa san Paolo, Vicenza

È in programma,  sabato 3 ottobre dalle 10.00 alle 19.00, la quattordicesima edizione di Invito a Palazzo, la manifestazione che apre al pubblico le sedi storiche delle banche mettendo in mostra, per un’intera giornata, opere d’arte e capolavori.

Anche quest’anno sono attese decine di migliaia di visitatori che potranno ammirare gli straordinari patrimoni artistici e architettonici, gli arredi e le opere d’arte di ogni epoca, custoditi e tutelati dalle banche italiane e dalle Fondazioni di origine bancaria.

Partecipano 108 palazzi, di cui 2 della Banca d’Italia, 82 di 50 banche, e 22 di 20 Fondazioni di origine bancaria, in 55 città su tutto il territorio nazionale.
26 le sedi “in mostra” per la prima volta, che rappresentano un’assoluta novità per i visitatori. 7 le città che per la prima volta aprono le porte dei loro palazzi: Fossano (Cuneo), Jesi (Ancona), Livorno, Matera, Rieti, Sora (Frosinone) e Terni.

«Il patrimonio culturale italiano è la più alta e tangibile testimonianza della storia della nostra Nazione – ha dichiarato il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli -. Sulla capacità di tutelarlo e valorizzarlo, promuovendone lo sviluppo e la conoscenza sul territorio, poggia la crescita culturale, civile e al tempo stesso economica del Paese, quindi anche il nostro futuro. Invito a Palazzo, promosso dall’Associazione Bancaria Italiana, si conferma manifestazione capace di rinnovarsi costantemente e di coinvolgere ogni anno su tutto il territorio nazionale decine di migliaia di cittadini. Proprio in questi mesi di sforzi convergenti per la ripresa dopo la lunga crisi, con tale iniziativa giunta quest’anno alla quattordicesima edizione, le banche suggellano l’impegno portato avanti negli anni a sostegno dell’arte, della cultura e del progresso del Paese, nel solco di una lunga tradizione che risale al Rinascimento».

L’evento è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed è realizzato in collaborazione con Trenitalia e con l’Unione Nazionale Proloco d’Italia.

Share.

Comments are closed.