Alex Britti, Perche? Disco denuncia contro la violenza sulle donne

Alex Britti, Ph. Giovanni Canitano

Si intitola “Perchè?” il nuovo singolo di Alex Britti, in arrivo venerdì 30 ottobre 2015 nelle radio e sulle piattaforme digitali. Il disco anticipa il nuovo album, che sarà in tutti i negozi dal 20 novembre 2015.

Il cantautore e chitarrista romano con il suo brano affronta un tema davvero scottante: la violenza sulle donne. Perchè, ci si chiede, le donne che avrebbero a disposizione leggi ad hoc e sostegno di ogni tipo, non denunciano la violenza subita?

Se per un verso è nota la grande sensibilità di Alex verso temi di grande attualità, bisogna anche dire che un evento da lui vissuto direttamente lo ha spinto ad interrogarsi su una così grave problematica e a dedicarle un disco.
Un giorno, infatti, il cantautore si è  trovato ad assistere in un parco pubblico alla terribile scena di un uomo che prendeva a pugni una donna. È intervenuto prontamente in difesa della donna ed è così riuscito a sedare la violenza e portare il primo soccorso alla vittima. L’uomo si è poi scoperto essere il marito della donna.
Nel raccontare l’accaduto Alex spiegava che le cose che più lo avevano colpito di questa vicenda erano il terrore negli  occhi della donna all’idea di denunciare il marito ed il rifiuto di farsi accompagnare in ospedale per ricevere le cure necessarie. Era chiara ed evidente la consapevolezza da parte della donna di dover tornare, nonostante tutto, a casa, dove probabilmente avrebbe trovato dei figli da accudire e lo stesso carnefice a cui sottostare ancora.
Nei mesi successivi questo episodio ha agito sulla sensibilità di Alex e così le emozioni provate hanno fatto si che musica e parole prendessero forma. Nasce così il testo e la musica attraverso la quale Alex mette, dunque, a fuoco ed esprime con forza il cuore di questo problema: il Perché del silenzio.

Il videoclip del brano, girato a Roma negli studi di Cinecittà, vede la regia di Ivano De Matteo e la partecipazione di Alex Britti, Carolina Crescentini, Massimiliano Bruno, Francesco Montanari, Michela Quattrociocche, Anna Ferzetti, Andrea Delogu, Rolando Ravello, Caterina Shula, Luca Lionello, Giulia Elettra Gorietti, Gian Marco Tognazzi, Fabrizia Sacchi, Vincent Riotta. Le immagini saranno usate per la campagna di sensibilizzazione di WeWord mirata al drammatico problema della violenza sulle donne.