L’ immagine dei milanesi nella vita quotidiana (1790-1890)

Bozzetto per calendario Grand Chic litografia 1858 Collezione privata Milano
Bozzetto per calendario Grand Chic litografia 1858 Collezione privata Milano

Negli spazi espositivi al primo piano del Palazzo Morando – Costume Moda Immagine, dal 17 dicembre 2015 al 21 febbraio 2016,  è in programma la mostra  “L’immagine dei milanesi nella vita quotidiana (1790-1890)”, curata da Alberto Milano.
In esposizione circa centocinquanta opere, in gran parte inedite, tra fogli satirici, caricature, vedute e piante della città, calendari, stampe per la decorazione della casa e pubblicità provenienti dalle Raccolte Civiche – Raccolta delle Stampe “A. Bertarelli”, Galleria d’Arte Moderna e Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento – e da raccolte private.

Il percorso espositivo restituisce al visitatore un volto poco noto dei milanesi durante quei cento anni di storia, dal 1790 al 1890, che portarono la Città a divenire uno dei più importanti centri culturali, commerciali e industriali all’alba del Novecento.

La mostra è anche l’occasione per presentare al pubblico abiti e accessori (ventagli, borsette, scialli, cappelli, etc.) risalenti al periodo considerato provenienti dalle collezioni di Palazzo Morando – Costume Moda Immagine.

Attraverso questa esposizione è, inoltre, possibile ripercorrere la storia della grafica e dell’editoria milanese. In questi cento anni di produzione vennero, infatti, utilizzate tutte le tecniche di stampa, dalle incisioni in rame alla xilografia e litografia fino all’oleografia. Quest’ultima, simulando l’effetto della pittura a olio su tela, godette di particolare fortuna tra Ottocento e Novecento, tanto che la città meneghina ne divenne il più importante centro di produzione italiano.

L’esposizione, accompagnata da un catalogo edito da Medusa, è promossa dal Comune di Milano – Cultura, Direzione Musei Storici e Associazione Memoria & Progetto, in collaborazione con l’Istituto Lombardo di Storia Contemporanea, ed è prodotta da d’Officina – fpe spa con allestimento di Tito Canella Architetti.