Roma | Torna Cinema al MAXXI

JOY di David O. Russell, un'immagine del filmLa Fondazione Cinema per Roma e il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo realizzano, dal 27 gennaio al 7 aprile 2016, nell’ambito del programma di CityFest, la nuova edizione di Cinema al MAXXI.

Curata da Mario Sesti con il coordinamento di Alessandra Fontemaggi, la programmazione si articola attorno a quattro sezioni: Extra, Omaggi, Masterclass e Alice Family, quest’ultima in collaborazione con Alice nella città.

Ogni mercoledì alle ore 21.00, Extra ospiterà prestigiose anteprime dei film più attesi, le opere d’autore e le sorprese della stagione cinematografica, in lingua originale sottotitolata. A inaugurare la sezione, il prossimo 27 gennaio, la proiezione di Joy, il nuovo lavoro di David O. Russell. Nel film un cast di star formato da Jennifer Lawrence, Bradley Cooper, Robert De Niro, Isabella Rossellini.
Extra ospiterà, inoltre, tre successi dell’ultima Festa del Cinema come The End of the Tour di James Ponsoldt, con Jesse Eisenberg e Jason Segel, Room di Lenny Abrahamson, in corsa per quattro Academy Awards, e Mistress America di Noah Baumbach. E ancora, Remember di Atom Egoyan, l’autore de Il dolce domani; Suffragette di Sarah Gavron, con Meryl Streep nel ruolo di Emmeline Pankhurst, l’attivista a capo del movimento suffragista femminile del Regno Unito; The Commune, che segna il ritorno del regista Thomas Vinteberg.

Cinema al MAXXI dedicherà, nella sezione Omaggi, la giornata del sabato ai personaggi che, con il loro modo di intendere e fare il cinema, hanno lasciato un segno indelebile nella sua storia.
Sabato 27 febbraio, con Una giornata particolare, la rassegna celebrerà l’opera di uno dei cineasti italiani più amati, Ettore Scola, scomparso lo scorso 19 gennaio, e il suo straordinario protagonista, Marcello Mastroianni, a vent’anni dalla morte. Il ricordo a Mastroianni, in collaborazione con due fra le più interessanti associazioni cinematografiche della Capitale, il Piccolo Cinema America e Image Hunters/Roma Creative Contest, sarà inaugurato dalla proiezione di Che? di Roman Polanski (6 febbraio ore 21) e proseguirà con Ieri, oggi, domani di Vittorio De Sica e La grande abbuffata di Marco Ferreri.
Fra gli Omaggi anche quelli dedicati a Pippo Delbono e Amos Gitai, autori capaci di muoversi al crocevia fra documentario ed esperienza autobiografica, creatori di segni e narrazioni in forma di cinema. Entrambi incontreranno il pubblico della Capitale: sabato 13 febbraio alle ore 18.30 appuntamento con Pippo Delbono che mostrerà il cortometraggio inedito La visite e introdurrà il film Amore carne, mentre venerdì 11 marzo alle ore 21 Amos Gitai presenterà agli spettatori il suo nuovo lavoro in concorso alla Mostra di Venezia, Rabin, the Last Day, in occasione della mostra a lui dedicata presso il MAXXI. A completare il programma degli Omaggi, due film di Delbono (Guerra e Grido) e tre di Gitai (Esther, Kadosh e Kippur).

Accanto agli appuntamenti già citati con Pippo Delbono, Amos Gitai e a quello con Sergio Rubini, che presenterà in anteprima il corto La tela realizzato con Pier Giorgio Bellocchio, sono previste tre masterclass. La prima (lunedì 15 febbraio alle ore 21) vedrà protagonista la pluripremiata regista e sceneggiatrice Francesca Archibugi, autrice di Mignon è partita, Il grande cocomero e Verso sera; seguiranno il 29 marzo Matteo Garrone, candidato al Golden Globe e vincitore del premio speciale della giuria a Cannes per Gomorra (in collaborazione con Combo Produzioni), e Radu Mihăileanu, il regista rumeno che sorprese il cinema internazionale raccontando, con Train de vie, la Shoah da un punto di vista completamente inedito (7 aprile).

La sezione Alice Family – in collaborazione con Alice nella città – accoglierà ogni domenica alle ore 16 grandi autori dell’animazione contemporanea, con una programmazione di titoli per famiglie che si snoderà tra saghe di avventura e fiabe disegnate al computer in una andata e ritorno virtuosa tra cinema e serie tv per raccontare l’universo sterminato del meraviglioso, portato sul grande schermo. Dagli Stati Uniti, l’animazione in CGI di Zootropolis firmato da Byron Howard (regista e sceneggiatore di BoltUn eroe a quattro zampe e RapunzelL’intreccio della torre), Rich Moore (regista di Ralph Spaccatutto e prima de I Simpson e Futurama) e dallo sceneggiatore Jared Bush; dall’Europa, Un gatto a Parigi di Alain Gagnol, Jean-Loup Felicioli, Minuscule – La valle delle formiche perdute di Hélène Giraud, Thomas Szabo, Mune – Il guardiano della luna di Alexandre Heboyan, Benoit Philippon e Il mio amico Nanuk di Brando Quilici, Roger Spottiswoode (coproduzione italo-canadese); infine, dal Giappone, The Boy and the Beast di Mamoru Hosoda, proiettato in anteprima durante l’ultima Festa del Cinema, nel programma della sezione autonoma e parallela Alice nella città.

Il programma di Cinema al MAXXI ospiterà, inoltre, due serate speciali a ingresso gratuito. Mercoledì 17 febbraio alle ore 21, si terrà la serata Oxfam Italia con la proiezione del documentario The Price We Pay di Harold Crooks, miglior film ai Vancouver Film Critics Circle Awards del 2015: un’inchiesta incalzante, intervallata da voci di giornalisti investigativi, attivisti ed insider, sulla dimensione e sui meccanismi dell’elusione fiscale delle grandi corporation.
Martedì 8 marzo sarà presentato Venezia Pop. L’arte in bianco e nero di Antonello Sarno, il documentario che alterna le immagini di archivio alle testimonianze dei tanti protagonisti della mostra d’arte di Venezia, ripercorrendo 50 anni (dal 1928 al 1978) decisivi nella storia delle arti visive.