venerdì, Settembre 18, 2020
Home Fotografia Mario Dondero, Milano gli rende omaggio

Mario Dondero, Milano gli rende omaggio

Mario DonderoMario Dondero, scomparso lo scorso 13 dicembre, viene ricordato nella “sua” Milano da un parterre di artisti, fotografi, intellettuali, uomini e donne di cultura e di spettacolo, riuniti nel Salone d’Onore della Triennale di Milano, sabato 6 febbraio 2016 a partire dalle 17.00, per una serata-evento che omaggia uno tra i più grandi fotoreporter di sempre.

Si parte con la proiezione di tre contributi video: Comunisti (1966) di Anders Ehnmark, documentario della televisione svedese che racconta, anche grazie al contributo di Dondero, il contesto socio-politico di Reggio Emilia, assunta a città simbolo del radicamento del PCI; Calma e gesso. Conversazione con Mario Dondero (2015) di Marco Cruciani e l’inedito Mario te la canta e te la conta (2016) di Giacomo Bretzel, affettuoso ritratto famigliare che presenta il Dondero meno noto al grande pubblico.

Il ricordo prosegue, a partire dalle 18, con le testimonianze filmate di Gianni Berengo Gardin e Corrado Stajano, e con quelle dal vivo di Vinicio Capossela, Pietro Cheli, Francesco Cito, Angelo Ferracuti, Uliano Lucas, Paola Mattioli, Antonio Ria e della figlia Maddalena Fossati Dondero. Conclusioni affidate a Toni Servillo, che leggerà alcune memorie della Resistenza scritte dallo stesso Dondero.

Mario Dondero (Milano, 6 maggio 1928 – Petritoli, 13 dicembre 2015) è stato uno dei più noti fotoreporter italiani. Partecipa, giovanissimo, alla Guerra di Liberazione, combattendo come parrtigiano in Val d’Ossola. Negli anni ’50 è nell’effervescente Milano del Bar Jamaica, dove ha l’opportunità di frequentare artisti, intellettuali, fotografi. Dopo alcune esperienze da giornalista, collabora come fotografo a diverse testate italiane (Le Ore, Cinema Nuovo, Il Mondo). In seguito si trasferisce a Parigi e da qui gira il mondo per realizzare reportage di impegno politico e sociale. Alla fine degli anni ’90 torna in Italia e si stabilisce a Fermo, nelle Marche. Continua a viaggiare e a ritrarre uomini e donne, e le loro storie, per giornali e riviste. Tra i tanti personaggi celebri che ha fotografato anche Fidel Castro, Charlie Chaplin, Maria Callas, Pier Paolo Pasolini e Samuel Beckett. È stato membro onorario della Compagnia Unica dei Portuali di Genova. Nel 2011 l’Accademia di Brera gli conferisce la Laurea Honoris Causa.

Acquista su Amazon

Acquista su Amazon

MUSICA

TELEVISIONE