“Renoir. Oltraggio e seduzione”, l’Impressionismo al cinema

Renoir. Oltraggio e seduzioneArriverà nei cinema italiani il 22 e 23 marzo 2016 la pittura e la vita di Renoir con il film “Renoir. Oltraggio e seduzione”, che consentirà agli spettatori di visitare la Barnes Foundation di Philadelphia, dove è ospitata la più grande collezione al mondo dell’artista francese.
Il dottor Albert C. Barnes (1872-1951) ammirava infatti Renoir più di qualsiasi altro artista, tanto da raccoglierne oltre 180 opere, risalenti soprattutto all’ultima fase della sua produzione. Il film offrirà così un accesso illimitato a questa straordinaria collezione, che permette di comprendere perché la figura di Renoir abbia diviso l’opinione pubblica per oltre 100 anni.

Nell’inverno del 1881-1882 il pittore visitò l’Italia: Venezia, forse Firenze, Roma, Napoli, la Calabria, Capri e Palermo. Questo viaggio lasciò una traccia profonda sulla sua arte: da allora egli rivolse la propria attenzione a soggetti più atemporali, un’anticipazione delle ricerche che avrebbe portato avanti sino alla morte. In quest’ultimo periodo, dominato da monumentali nudi femminili, lo stile del pittore si arricchì di riferimenti all’arte classica e l’uso del colore si fece via via più tratteggiato, come nei suoi lavori giovanili.
Renoir. Oltraggio e Seduzione” racconta proprio la reinvenzione artistica del pittore francese, esplorandone le profonde implicazioni per due grandi artisti del XX secolo: Picasso e Matisse.

“Renoir. Oltraggio e seduzione” è diretto da Phil Grabsky ed è distribuito in Italia da Nexo Digital in collaborazione con MYmovies.it.

Per l’elenco dei cinema dove sarà proiettato il film consultare il sito di Nexo Digital .

Guarda il trailer