Il Quarto Stato, visite guidate per le scuole al celebre quadro

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato, 1901
Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato, 1901

Il Quarto Stato” di Pellizza da Volpedo, collocato all’inizio del Museo del Novecento, a Milano, affascina tutti, grandi e piccoli. Per questo motivo dal 2002 le educatrici della Sezione Didattica di Palazzo Reale conducono i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado alla scoperta di questo capolavoro. Una visita guidata di un’ora dedicata solo a questa opera che per la sua forte coralità risulta ancora più suggestiva se contemplata in gruppo.

I ragazzi vengono messi di fronte al gruppo di lavoratori come in uno specchio: a ciascuno di essi viene assegnato un personaggio del quadro e viene invitato a posizionarsi di fronte. Antonio Bidone, contadino, Giovanni Ferrari, fabbro, Emilia Bruno, mondina. E via così. Sono persone realmente esistite, che Pellizza pagò per poterle ritrarre nel suo quadro. “Anche l’arte non deve essere estranea alla situazione sociale…” scriveva il pittore nel 1892 nel suo taccuino di appunti. L’impegno che l’artista mise nella realizzazione di quest’opera per 10 lunghi anni emerge con forza attraverso le parole del suo diario, che tracciano il percorso della visita.
Sempre dai suoi scritti emergono diversi spunti di approfondimento e ricerca per il lavoro degli insegnanti con gli studenti in classe, che riguardano la pittura divisionista, il periodo storico e il contesto sociale di forte trasformazione, il fenomeno dell’immigrazione e dell’integrazione che sono temi molto attuali.