Gallerie milanesi tra le due guerre. Mostra alla Fondazione Stelline

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Gianfilippo Usellini, La nonna delle case, 1926 - Mostra Gallerie milanesi tra le due guerreGallerie milanesi tra le due guerre” è il titolo della mostra che dal 25 febbraio al 22 maggio 2016 resterà aperta al pubblico alla Fondazione Stelline di Milano.
In esposizione 100 opere tra dipinti, sculture e documenti che riportano alla luce la vita culturale e la vivacità artistica delle gallerie milanesi nel ventennio successivo alla Grande Guerra.
La mostra, curata da Luigi Sansone, permette di riscoprire una Milano artistica di grande fermento e richiamo internazionale.

Viene passata in rassegna l’attività delle principali gallerie che tra il 1919 e il 1939 diedero prova di grande vitalità culturale. Gallerie storiche – come Pesaro, Bardi, Scopinich, Milano, Salvetti, Dedalo, Bottega di Poesia, Il Milione, Barbaroux, Micheli, Gussoni, Centrale e Mostre Temporanee – ospitarono, infatti, mostre di artisti di grande valore e appartenenti a correnti diverse. Solo per citarne alcuni, Balla, Carrà, Campigli, Casorati, de Chirico, de Pisis, Fontana, Funi, Guttuso, Kandinskij, Licini, Melotti, Prampolini, Rosai, Medardo Rosso, Savinio, Severini, Sironi, Usellini, Wildt e molti altri.

L’esposizione è accompagnata da un catalogo pubblicato da Silvana editoriale che raccoglie il saggio introduttivo del curatore, oltre ai contributi critici di Elena Pontiggia e Nicoletta Colombo, e un’importante testimonianza di Gillo Dorfles. Il volume offre una ricca panoramica sulle opere in mostra, divise in sezioni, e una selezione di documenti, alcuni anche inediti.

L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Fondazione Stelline, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Lombardia, della Città Metropolitana e del Comune di Milano, ed è inserita nel palinsesto della primavera milanese “Ritorno al Futuro”.

Per la sezione didattica Play Art della Fondazione Stelline, è in programma una serie di appuntamenti di approfondimento con visite guidate con il curatore della mostra e laboratori didattici per i bambini e le scuole.

Share.

Comments are closed.