Le sculture monumentali di Igor Mitoraj negli Scavi di Pompei

Opera di Igor Mitoraj collocata negli scavi di PompeiL’area archeologica di Pompei ospita 30 monumentali sculture dell’artista Igor Mitoraj. È, infatti, proprio di questi giorni l’allestimento, appena concluso,  della straordinaria mostra postuma dell’artista polacco – ma italiano d’adozione -, che resterà visibile fino a gennaio 2017.
Le maestose sculture in bronzo sono state collocate in diversi settori degli scavi, sotto la direzione artistica di Luca Pizzi dell’Atelier Mitoraj: dal Tempio di Venere alla Basilica e al Foro, da Via dell’Abbondanza alle Terme Stabiane, dal Foro Triangolare fino al Quadriportico dei Teatri.

Gli imponenti ed eleganti personaggi scultorei convivranno quindi con le più famose architetture dell’antica Pompei.
«Simboli muti e iconici, le opere di Mitoraj ci ricordano, nella loro immanenza, il valore profondo della classicità nella cultura contemporanea – afferma Massimo Osanna, Direttore Generale della Soprintendenza Pompei -. A Pompei, come scrive Théophile Gautier nel 1852, “due passi separano la vita antica dalla vita moderna”».

L’evento espositivo è ideato e promosso dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è organizzato dalla Soprintendenza Pompei, dalla Galleria d’arte Contini e dall’Atelier Mitoraj (Pietrasanta).

A metà maggio è previsto il vernissage e la presentazione del catalogo con immagini esclusive di Giovanni Ricci-Novara, dedicato alle sculture esposte negli Scavi.