Laurence Anyways, un film di Xavier Dolan – Recensione

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Laurence Anyways, una immagine del filmA trent’anni, Laurence, un insegnante di letteratura francese in un liceo del Quebec, rivela a se stesso e agli altri il desiderio di diventare una donna. Dopodiché, superate le ultime esitazioni, decide di oltrepassare i limiti del proprio sesso appropriandosi del modo di abbigliarsi e di truccarsi di una signora non più giovanissima, ma ancora piacente.

Più che a descrivere la cronaca di un passaggio d’identità e a riflettere sulle motivazioni di quella difficile scelta, il film di Xavier Dolan sembra interessato a registrare lo sguardo dell’altro: il disorientamento e le reazioni ostili che la rivelazione di Laurence comporta nella madre o nei suoi colleghi di lavoro, ma soprattutto in Fred, la giovane donna con cui il protagonista ha condiviso per anni una passione intensissima, capace di sfidare le norme e le convenzioni sociali reinventando la libertà degli istinti, l’esuberanza del desiderio. Fred accetta di accompagnare Laurence nel suo tortuoso percorso di trasformazione (lui, del resto, continua a desiderarla, né mostra alcun interesse verso gli uomini…). La ragazza cerca di adattarsi a quella nuova, incredibile situazione. Si mette alla prova. Poi però entra in crisi (magnifica la scena in cui dà in escandescenze davanti alla molesta curiosità di una cameriera di una tavola calda). Rompe ogni rapporto con Laurence. Si sposa con un altro. Ha un figlio da lui. Anni dopo i due torneranno di nuovo a frequentarsi. Diventeranno amanti. Ma il loro amore è diventato ormai un amore impossibile.

Laurence Anyways è un film decisamente ambizioso e ardito, costruito su un’eterogenea mistura di riferimenti e suggestioni visive e sonore: si va dallo scintillio dell’estetica dei videoclip al gusto compiaciuto del carnevalesco più kitsch, dalle accensioni cromatiche e musicali pop al gioco insistito dei ralenti. L’intenzione di Dolan era quella di comporre un affresco d’epoca di largo respiro (gli anni Novanta nel Quebec). Indubbiamente si coglie nel film una sorta di furore espressivo e, insieme, una retorica di acceso lirismo ad altissimo rischio, dove se pure la pratica della dismisura non sempre riesce a trovare accenti convincenti (nella parte iniziale, l’euforia tumultuosa con cui si descrive la torrida passione tra i due personaggi principali suona alquanto falsa), le scene madri convulse e pur quasi classiche che punteggiano il mélo familiare (di fatto, il racconto si chiude progressivamente sulla coppia Laurence-Fred, all’interno della quale assistiamo a una sorta di ribaltamento dei ruoli con la figura femminile che arriva a oscurare quella maschile) danno alla pellicola una forza davvero inusuale.

Nicola Rossello

Scheda film
Titolo: Laurence Anyways
Regia: Xavier Dolan
Cast: Melvil Poupaud, Emmanuel Schwartz, Suzanne Clément, Nathalie Baye, Monia Chokri, Yves Jacques, Catherine Bégin, Sophie Faucher, Susan Almgren, Magalie Lépine Blondeau
Genere: Drammatico
Durata:  168 minuti
Distribuzione: Movies Inspired
Uscita: 16 giugno 2016

Guarda il trailer del film ” Laurence Anyways “

Share.

Comments are closed.