Home Scienze In mostra a Le Murate di Firenze un’installazione sonora che interpreta la...

In mostra a Le Murate di Firenze un’installazione sonora che interpreta la nascita dell’universo

Rudolf Wakolbinger, Expansion of the Universe, mostra a Le Murate - PAC di FirenzeIl centro di ricerca e produzione artistica Le Murate – Progetti Arte Contemporanea di Firenze propone, dal 23 febbraio al 23 marzo 2017, “Expansion of the Universe” di Rudolf Wakolbinger, un’installazione sonora che interpreta la nascita dell’universo.

- Advertisement -

13,8 minuti di composizione sonora corrispondenti a 13,8 miliardi di anni, dal big bang fino all’era contemporanea. Rudolph Wakolbinger rielabora migliaia di campionamenti sonori dell’universo realizzati dalla NASA tramite scansioni a microonde: “Expansion of the Universe” è una partitura musicale innovativa, eseguita grazie a un’installazione sonora che conta 216 altoparlanti.

L’opera trae la propria ispirazione da Illustris, un progetto portato a termine nel 2013 dal MIT attraverso un lungo lavoro di elaborazione informatica e finalizzato alla realizzazione di una spettacolare simulazione visiva della formazione e nascita delle galassie: da qui ha preso le mosse il lavoro di Wakolbinger, che in modo analogo ripropone in una composizione sonora i quasi 14 miliardi di anni di storia dell’universo.
Una cascata di casse acustiche di forma cubica – “Expansion of the Universe CUBE” – installate tra le colonne della sala “Anna Banti”: un ambiente sperimentale tra arte e ricerca elettronica.

Dopo la prima mondiale presso Ars Electronica Festival – Linz, l’opera di Wakolbinger viene per la prima volta presentata in Italia da Le Murate – Progetti Arte Contemporanea in collaborazione con il Forum Austriaco di Cultura.

- Advertisement -

Rudolf Wakolbinger nasce nel 1983 a Braunau am Inn (Austria). Sin dalla giovane età inizia il suo percorso di compositore che lo porterà a trarre ispirazione in maniera eterogena in musicisti come Frank Zappa, il gruppo di musica industriale Einstϋrzende Neubauten, Johan Sebastian Bach e Anton Webern. Il suo lavoro è stato proposto al MediaLab Prado Madrid, al Campus Festival Università di Vienna, in St. Andra Graz, ad Ars Electronica Festival Linz.

- Advertisement -

MUSICA

TELEVISIONE