giovedì, Luglio 9, 2020
Home Fotografia Milano | La Guerra Bianca nelle fotografie di Stefano Torrione

Milano | La Guerra Bianca nelle fotografie di Stefano Torrione

Gruppo Adamello- Cresta Croce, cannone italiano 149 G, innalzato a Cresta Croce per appoggiare l’attacco e la conquista del Corno di Cavento. Fotografia di Stefano Torrione
Gruppo Adamello- Cresta Croce, cannone italiano 149 G, innalzato a Cresta Croce per appoggiare l’attacco e la conquista del Corno di Cavento. Fotografia di Stefano Torrione

Negli spazi della Fabbrica del Vapore di Milano, dal 14 luglio al 5 novembre 2017, è aperta al pubblico la mostra fotografica “La Guerra Bianca”, ideata e prodotta da National Geographic Italia.

In esposizione oltre 70 immagini in grande formato, accompagnate da foto d’epoca e mappe esplicative realizzate dal fotografo Stefano Torrione, che portano il visitatore sui luoghi teatro di un tragico capitolo della storia italiana: la Grande Guerra sul fronte dei ghiacciai.

La Prima Guerra Mondiale fu anche e drammaticamente una guerra di montagna.
Mai prima di allora, e solo rarissimamente dopo, l’uomo ha combattuto a quote così alte, fino a oltre i 3.000 metri e più sul livello del mare. Gli eserciti del Regno d’Italia e dell’Impero AustroUngarico si scontrarono anche sui gruppi montuosi più elevati delle Alpi centro-orientali, tra le cime e i ghiacciai dell’Ortles-Cevedale, dell’Adamello e della Marmolada, tra Lombardia, Trentino Alto-Adige e Veneto.

Nelle fotografi e di Stefano Torrione i segni di un’epoca tragica e violenta spiccano e si fondono con la bellezza apparentemente immutabile del paesaggio alpino.

«In occasione del centenario del primo conflitto mondiale, il nuovo palinsesto mostre in Fabbrica del Vapore apre con un’eccezionale esposizione – sottolinea la vicesindaco e assessore all’Educazione, Anna Scavuzzo – in cui la fotografia si mette al servizio della storia, con immagini evocative dell’assurdità dello scontro bellico, della maestosità della natura e della fragilità estrema della condizione umana».

«Il senso di questa esplorazione fotografica – spiega Stefano Torrione – si trova nel profondo contrasto tra la sacralità di un’epopea umana tragica, di una guerra combattuta a quote impensabili e un contesto ambientale di incredibile bellezza, dove si esprime la glorificazione massima della natura».

Acquista su Amazon

Acquista su Amazon

MUSICA

“Otello” di Verdi su Rai5

"Otello" di Verdi

“La vedova allegra” su Rai5

"La vedova allegra"

TELEVISIONE