Venezia | 501 disegni a sei mani per 500 anni Veneziani

501 disegni a sei mani per 500 anni VenezianiA Venezia, Palazzo Ducale – Museo dell’Opera, il 25 ottobre apre la mostra dedicata a “501 disegni a sei mani per 500 anni Veneziani –Venezia, Rabat, Tunisi, Hewitt”.

Un progetto culturale internazionale che ha visto la partecipazione di 1.500 bambini che hanno colorato per la pace e raccontato l’amicizia e la collaborazione dei detenuti del carcere di Venezia e di Trento e che si sono messi a disposizione per tradurre i loro messaggi e abbattere, in questo modo, i muri linguistici.

All’inaguraione, in programma alle ore 11.00, saranno presenti, oltre ai bambini e agli insegnanti, il Sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro; l’Ambasciatore della Tunisia a Roma, Moez Sinaoui; una Delegazione del Consolato Generale del Regno del Marocco; il Patriarca di Venezia, Francesco Moraglia; il Rabbino capo di Venezia, Rav. Scialom Bahbout; il Responsabile del Coreis Veneto, l’Imam Yahya Abd al-Ahad Zanolo; il Provveditore regionale dell’Amm.ne penitenziaria del Veneto, del Trentino Alto Adige e del Friuli-Venezia-Giulia, Enrico Sbriglia; il Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico settentrionale, Pino Musolino; il Presidente di Confindustria, Vincenzo Marinese; il Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia, Gabriella Belli; la Responsabile Associazione di volontariato “Venezia: Pesce di Pace”, Nadia De Lazzari.
Modera l’evento Alberto Laggia, giornalista di Famiglia Cristiana

In concomitanza con l’inaugurazione della mostra, ci sarà anche la consegna del volume realizzato raccogliendo i disegni dei bambini. Un libro che ospita la prefazione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tradotta in inglese, arabo ed ebraico.

In seguito i disegni saranno esposti nel carcere di Trento “Spini di Gardolo”.

La mostra resterà aperta fino al 5 novembre 2017,