Dischi lunari? Archeoastronomia nella Liguria antica

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Dischi lunariAl Museo di Archeologia Ligure a Genova, dal 19 gennaio al primo aprile 2018, è aperta al pubblico la mostra ” Dischi lunari? Archeoastronomia nella Liguria antica

L’esposizione è dedicata al disco lunare di Libarna, lo strumento utilizzato 2000 anni fa per sincronizzare i cicli del Sole e della Luna secondo le modalità ed il calendario utilizzato dai Celti e che ha riportato all’attenzione altre informazioni e rinvenimenti che raccontano l’osservazione del cielo nella Liguria antica.

In mostra alcuni straordinari reperti provenienti dalla Necropoli di Chiavari, tre dischi in bronzo e argento a cui sono stati attribuiti significati astronomici.

Nella necropoli sono stati ritrovati complessivamente 19 dischi, tutti in sepolture di donne vissute 2600 anni fa nell’insediamento di Chiavari, frequentato da Liguri ed Etruschi.

Il confronto tra questi rinvenimenti amplia le conoscenze sullo sviluppo e l’utilizzo delle conoscenze astronomiche tra le popolazioni liguri antiche, proponendo un’interessante connessione tra il mondo femminile e i cicli degli astri.

Il giorno 10 febbraio presso il Museo di Chiavari verranno esposti gli altri 16 dischi rinvenuti nella necropoli che hanno caratteristiche simili al disco lunare di Libarna.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Polo Museale della Liguria, il Museo Nazionale di Chiavari e l’Osservatorio Astronomico del Righi.

Nel corso della mostra, in collaborazione con l’Osservatorio Astronomico del Righi, saranno organizzate iniziative di osservazione del cielo e laboratori sull’utilizzo dei dischi lunari rivolti in particolare a scuole e gruppi.

Share.

Comments are closed.