Tutta l’ Umbria una mostra per i cento anni della Galleria Nazionale

Ottaviano Nelli, Madonna con Bambino, Trinita', santi, Cherubini. 1403. Tempera su tavola - Mostra Tutta l’ Umbria una mostra
Ottaviano Nelli, Madonna con Bambino, Trinita’, santi, Cherubini. 1403. Tempera su tavola – Mostra Tutta l’ Umbria una mostra

Nel 2018 si celebrano i cento anni della Galleria Nazionale dell’ Umbria che vanta una straordinaria collezione di capolavori di artisti come Duccio, Beato Angelico, Piero della Francesca, Pintoricchio, Perugino e Pietro da Cortona.

Per celebrare l’evento, dall’11 marzo al 10 giugno 2018, è aperta al pubblico la mostra “Tutta l’ Umbria una mostra. La mostra del 1907 e l’arte umbra tra Medioevo e Rinascimento”, curata da Cristina Galassi e Marco Pierini.

La rassegna prende spunto dalla storica “Mostra d’antica arte umbra” del 1907, che attraverso  poco meno di mille pezzi contribuì a definire le caratteristiche della scuola umbra e i suoi tratti originali.

In esposizione circa 130 opere di autori quali Arnolfo di Cambio, Gentile da Fabriano, Niccolò di Liberatore, Benozzo Gozzoli, Matteo da Gualdo, Pintoricchio e Perugino, e ripropone la sorprendente ricchezza dell’arte che fiorì in Umbria tra Medioevo e Rinascimento, mettendo parallelamente in evidenza l’evoluzione degli studi storico-critici condotti nel lasso di tempo che va dal 1907 a oggi.

«Si tratta di una mostra davvero legata al territorio – secondo il direttore della Galleria Marco Pierini – non soltanto perché gran parte delle opere sono ancora conservate in Umbria, ma soprattutto perché è stato possibile riservare una quota importante del budget per finanziare numerosi restauri e interventi conservativi. A riprova che i musei sono – e devono continuare ad essere – istituti dedicati alla tutela, oltre che alla valorizzazione, e non possono recidere lo strettissimo vincolo con il contesto geografico, storico e culturale dal quale sono nati e nel quale hanno fino ad ora operato».

«Si è pensato – aggiunge la curatrice Cristina Galassi – che nessun evento più di questo potesse celebrare i 100 anni di apertura della Galleria Nazionale dell’Umbria per il suo forte carattere identitario e per le novità emerse dalla mostra del 1907, attuali ancora oggi. Pensata per valorizzare l’eccezionale fioritura artistica umbra tra Medioevo e Rinascimento, ebbe un successo di pubblico clamoroso per l’efficace coinvolgimento del territorio, la presentazione dei diversi artisti umbri o di aree limitrofe e delle diverse scuole, la riscoperta di maestri dimenticati come l’Alunno e Matteo da Gualdo o di tipologie di opere squisitamente umbre come i Gonfaloni, l’impostazione scientifica e moderna dell’allestimento museografico all’interno del Palazzo dei Priori».

La mostra, accompagnata da un catalogo pubblicato da Silvana editoriale, è patrocinata dalla Conferenza episcopale umbra, dalla Regione Umbria e dal Comune di Perugia, col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.